Risarcimenti e compagnie aeree. Quanto costa un viaggio aereo in toilette?

Aeroplano della JetblueIl signor Gokhan M. a febbraio di quest'anno ha deciso di volare da San Diego e New York scegliendo uno dei voli della Jet Blue, un linea aerea statunitense. Presentatosi all'imbarco ha scoperto che il volo era al completo, ma un impiegato della compagnia è riuscito da a farlo imbarcare offrendogli di viaggiare in una delle postazioni "volanti" utilizzate dal personale di viaggio.

Il signor Gokhan è così riuscito a salire sul volo e a sedersi in uno di questi posti volanti. Dopo circa 90 minuti dal decollo, il pilota si è avvicinato al signor Gokhan pregandolo di lasciare libero il posto, perché l'attendente non si trovava comodo nel nuovo posto, e lo invitava a sedersi in bagno. A niente sono valse le proteste del sig. Gokhan che si è fatto tutto il viaggio, seduto nella toilette.

Morale: il sig. Gokhan ha intentato causa alla compagnia, chiedendo un risarcimento di 2 milioni di dollari per la grave umiliazione da lui subita (oltre al pericolo corso aggiungo io, visto che non mi risulta i bagni siano dotati di cinture di sicurezza.

News va ABC.
Foto di Rich Moffitt.

  • shares
  • +1
  • Mail