Lo stato di Campeche, gioiello nascosto da Yucatan, Guatemala e Chiapas

Nel tradizionale giro della penisola dello Yucatan, lo stato di Campeche viene, se va bene, sorvolato in aereo o attraversato in autobus per raggiungere il Chiapas o il Guatemala. Questa regione invece offre inaspettate bellezze, a cominciare dalla capitale dello stato.

Campeche è una sonnacchiosa quanto bella cittadina coloniale, protetta dall’Unesco, dove si può ammirare, tra le altre cose, il museo archeologico ospitato nel Forte San Miguel. Questo piccolo edificio espone tesori ritrovati nei siti Maya della zona, tra i più importanti ed inesplorati del paese. La numerosa collezione di maschere di giada e le video installazioni spiegano e invogliano il turista a visitare Calakmul, la capitale chiamata nella lingua maya “Testa di serpente”.

Calakmul è un luogo magico, all’interno di una riserva naturale, oltre 70 metri quadrati di edifici inghiottiti dalla giungla; la visita è spesso accompagnata da branchi di scimmie urlatrici e altre specie animali, si consiglia di andare all’alba per gli appassionati di bird watching.

E lo spettacolo che si gode dagli oltre 45 metri della Grande Piramide è impressionante, foresta a perdita d’occhio interrotta solamente dalla punta di altre piramidi che interrompono la maestosità di questo “mare verde”. Gli scavi sono tutt’ora in corso ed i ritrovamenti impressionanti: una galleria lunga 20 metri decorata da un bassorilievo a colori in una piramide che risale al 450 avanti cristo, per il momento la più antica dell’area.

Link: Q Viaggi, UNESCO World Heritage.

  • shares
  • +1
  • Mail