Sicilia: il Parco Fluviale dell’Alcantara



Se state progettando una vacanza in Sicilia, non dimenticate di mettere in programma una visita ad uno scrigno naturale che racchiude un’area ricchissima di flora e fauna in un contesto di straordinarie e suggestive bellezze paesaggistiche. Si tratta del Parco Fluviale dell’Alcantara istituito per tutelare la valle del fiume omonimo sul territorio dei comuni di Giardini Naxos, Taormina, Gaggi, Graniti, Motta Camastra, Francavilla di Sicilia, Mojo Alcantara, Malvagna e Roccella Valdemone, tutti nella provincia di Messina, e Calatabiano, Castiglione di Sicilia e Randazzo nella provincia di Catania.

Lungo il corso del fiume il paesaggio è dominato da ricche campagne coltivate con alberi da frutto, ma conserva ancora, sulle rive, un ambiente integro e naturale. Ci sono poi numerosi boschetti formati da salici, pioppi bianchi e neri, frassini, ontani neri ed anche rari platani orientali. Le acque del fiume scorrono, fredde e limpide, tra laghetti circolari scavati nelle colate laviche e sono popolate di tinche, trote, carpe, anguille, granchi di fiume e tartarughe.

A chi ama il trekking interesserà sapere che, seguendo il sentiero “Le Gurne dell'Alcantara”, è possibile effettuare una passeggiata tra natura, storia e tradizioni, scoprendo i ruderi del castello di Francavilla, gli scavi archeologici, le saje (i canali) e le gurne. Chi invece preferisce andare a cavallo, potrà seguire l'Ippovia Sicilia che collega quattro parchi regionali utilizzando gli antichi percorsi dei pellegrini, degli eserciti e dei mercanti.

Se invece siete per un turismo più “godereccio”, potete scoprire i Sentieri del Vino: le città di Castiglione di Sicilia e di Randazzo aderiscono all’associazione nazionale delle città del vino e si trovano nella zona della Doc Etna… direi che vale la pena prevedere una sosta in zona.

  • shares
  • Mail