2014: “un’isola di cristallo” al centro di Mosca



Secondo il Guinness dei Primati l’edificio più grande del mondo è il Pentagono (Washington) ma sembra che questo primato sia destinato a cadere nel 2014, quando sarà completata la realizzazione di Crystal Island (un progettino da 2 miliardi di sterline) sulla penisola di Nagatino, una sorta di “isolotto naturale” sul fiume Moscova a pochi chilometri dal Cremlino. I suoi 2,5 milioni di metri quadrati di estensione lo renderebbero 4 volte più grande del “concorrente” americano, mentre i suoi 450 metri di altezza lo farebbero entrare a pieno titolo fra gli edifici più alti del mondo.

Il progetto preliminare del britannico Norman Foster, uno dei più noti rappresentanti dell’architettura high tech, è già stato approvato e prevede la realizzazione di: 3000 camere disposte in 900 appartamenti; 14000 posti auto nel parcheggio sotterraneo; 3000 stanze d’albergo; uffici, negozi, musei, teatri, cinema e una scuola internazionale. E nel parco che si sviluppa attorno all’area dove sorgerà Crystal è già possibile praticare lo sci di fondo e il pattinaggio su ghiaccio.

Degna di nota è la grande attenzione che Foster ha riservato all’ambiente: è stato infatti previsto l’utilizzo di turbine eoliche e pannelli fotovoltaici (posti sulla superficie esterna) per realizzare un particolare microclima all’interno di Crystal che garantirà una ventilazione naturale in estate e una conservazione del calore durante l'inverno.

L’idea di vivere all’interno di una struttura del genere non mi alletta per niente, ma se lo realizzeranno davvero (il condizionale per opere architettoniche di questa portata è d’obbligo) sarà sicuramente una delle tappe del mio viaggio moscovita.

  • shares
  • Mail