Alla scoperta delle Isole Cayman: il paradiso dei sub

Diving nelle isole Cayman

Le Isole Cayman suscitano sempre un sentimento che oscilla tra l'idillio dei Caraibi e il sospetto maligno di una meta lussuosa per grandi evasori. In realtà questo arcipelago ha così tanto da offrire ed è ancora relativamente sconosciuto come destinazione turistica, soprattutto per noi italiani.

Le abbiamo già incontrate superficialmente, descrivendo offerte e pacchetti speciali, ma proviamo ad indagare più da vicino grazie alle informazioni che ci hanno gentilmente al Cayman Islands Department of Tourism, che abbiamo conosciuto di persona alla Bit. A cominciare dal sito ufficiale"> e dal mondo delle immersioni.
  
Le tre isole dell’arcipelago, Grand Cayman, Cayman Brac e Little Cayman, sono in realtà altrettante cime di una catena montuosa sommersa, le cui pendici sprofondano oltre 1500 metri sotto la superficie del mare formando un immenso muro da esplorare.

Diving nelle isole Cayman
Diving nelle isole Cayman
Diving nelle isole Cayman
Diving nelle isole Cayman

Diving nelle isole Cayman
Diving nelle isole Cayman

Il diving è quindi ovviamente una delle grandi attrazioni del posto. Cayman vanta ben 365 punti di immersione, di cui oltre 160 situati al largo delle coste di Grand Cayman. "Dive 365" è un programma appositamente strutturato per dare l’opportunità di immergersi ogni giorno dell’anno in un punto diverso. Inoltre, il settore delle immersioni subacquee delle Isole Cayman ha dichiarato l’intenzione di ridurre a zero le emissioni di CO2 e, grazie all’apertura nel settembre 2009 di Lighthouse Point, uno dei primi centri di immersioni ecologiche dei Caraibi, questo obiettivo è oggi ancora più vicino.

Poiché nessun punto di immersione dista più 15 minuti in barca dalla riva, le immersioni non presentano alcuna difficoltà ed è possibile effettuarne facilmente anche due nella stessa uscita. Inoltre, dato che solo una barca per volta può sostare nel punto di immersione, gli appassionati di questo sport possono godere indisturbati della bellezza e della pace dei meravigliosi fondali marini. Tutti i punti di immersione sono dotati di attracchi permanenti che eliminano il rischio di danni da ancoraggio ai fondali.

Qualità dell’acqua decisamente superba, visibilità fino a trenta metri e temperature attorno ai 26 gradi centigradi tutto l’anno assicurano le condizioni ideali per incontri ravvicinati con la curiosa e variopinta fauna marina. Le spugne barile giganti (Xestospongia Muta) e i branchi di pesci colorati sono habitué dei fondali circostanti, tra i giardini di gorgonie e di coloratissimi coralli duri.

Diving nelle isole Cayman
Diving nelle isole Cayman

Durante le immersioni non è raro incontrare anche pesci re (Odontesthes Bonariensis), pesci angelo francesi (Pomacanthus Paru), tarpon (Megalops Atlanticus), aquile marine, pesci pappagallo e, naturalmente, le razze, che si affollano nelle acque basse di Stingray City, che viene chiamata “la migliore immersione a quattro metri del mondo": un banco di sabbia naturale raggiungibile in pochi minuti in barca dalla riva dove centinaia di razze si radunano spontaneamente nelle acque aperte per interagire senza timore con subacquei e appassionati di snorkeling.

Altro punto di immersione molto famoso è il Bloody Bay Wall al largo di Little Cayman, che sprofonda nel blu alla vertiginosa profondità di 2000 metri. Tali meravigliose pareti sono coperte di spugne e coralli, e si possono incontrare banchi di barracuda e cernie. Le immersioni notturne sono infine molto popolari per osservare i polipi che vagano nella barriera corallina in cerca di prede o le seppie che sfrecciano via cambiando colore e, ogni tanto, anche durante l’accoppiamento.

Diving nelle isole Cayman
Diving nelle isole Cayman

Nel gennaio del 2011 le Isole Cayman hanno fatto storia nel mondo della subacquea affondando la nave statunitense Kittiwake al largo di Seven Mile Beach. Questa vecchia nave da guerra di soccorso ai sottomarini conta cinque ponti, è lunga oltre 78 metri e pesa 2.200 tonnellate. Ha servito nella Marina americana per oltre 50 anni dal commissionamento nel 1945 ed è la prima nave statunitense intenzionalmente affondata fuori dalle acque territoriali degli Stati Uniti.

Ora è diventata una meta ideale tanto per le immersioni che lo snorkeling. I subacquei apprezzeranno i mille cunicoli da esplorare sott’acqua, mentre nessun appassionato del mare potrà fare a meno di estasiarsi di fronte alla vista delle innumerevoli aquile di mare, razze e coralli che hanno colonizzato il relitto.

Diving nelle isole Cayman
Diving nelle isole Cayman

Le coste delle Isole Cayman hanno poi un lato oscuro e pericoloso. Nel corso degli anni vi hanno fatto naufragio numerose imbarcazioni (alcune anche più di 500 anni fa) che oggi sono la meta di molte escursioni subacquee.

Ai subacquei più esperti le isole offrono numerose opportunità di utilizzare miscele Nitrox e sistemi rebreather, e a maggio a Grand Cayman si tiene infatti il maggior raduno mondiale del popolo del rebreather organizzato da Divetech. Nel corso di questa settimana dedicata all’esplorazione delle scoscese pareti sottomarine delle Cayman, chiamata Inner Space, vengono tenuti anche seminari e prove di collaudo di nuove attrezzature. Sono disponibili pacchetti vacanze sia per chi desidera ottenere il brevetto trimix per immersioni ricreative, normossico o avanzato, sia per chi ha già la certificazione CCC (Closed Circuit Rebreather).

Diving nelle isole Cayman
Diving nelle isole Cayman

Infine, per offrire anche ai bambini dai cinque anni in su la possibilità di vedere i fondali marini ed introdurli alle immersioni in totale sicurezza e comfort c’è il sistema SASY (Supplied Air Snorkelling for Youth), che permette di galleggiare sulla superficie dell’acqua.

SASY sfrutta un sistema di erogazione d’aria integrato che in sostanza consente di fare snorkeling con l’attrezzatura da immersione invece che con il boccaglio. I corsi e le sessioni di prova possono essere prenotati sempre presso Divetech a Grand Cayman. Il centro Cobalt Coast, dove ha sede Divetech, è uno dei centri sub meglio attrezzati di tutti i Caraibi per soddisfare le esigenze delle famiglie, e oltre ai corsi di immersione per bambini dai 10 anni in su organizza ogni estate anche il Cayman Sea Camp.

Le opportunità di snorkeling attorno a tutte e tre le isole sono comunque senza pari, in particolare all’estremità orientale di Grand Cayman dove si trovano numerosi relitti affondati in acque basse che danno rifugio a un’incredibile varietà di fauna e flora marine; oppure barriere coralline come la Cheeseburger Reef, dove anche con solo maschera e boccaglio si possono ammirare gli ampi giardini di coralli colorati tra cui si aggirano pesci e testuggini.

Tutte e tre le isole dispongono di strutture di accoglienza specializzate, molte situate proprio vicino ai punti di immersione più interessanti, tra cui Compass Point, Cobalt Coast e Sunset House a Grand Cayman; Pirates Point, Southern Cross Club e Little Cayman Beach Resort a Little Cayman e la Brac Reef Resort a Cayman Brac. Tutte offrono immersioni da riva illimitate con bombole e ricariche gratuite.

Diving nelle isole Cayman
Diving nelle isole Cayman
Diving nelle isole Cayman

Foto by Don McDougall - The Cayman Islands Department of Tourism

  • shares
  • +1
  • Mail