La "Caccia ai tesori di Bacco" nelle vie di Montefalco

Il Sagrantino, coltivato da secoli sulle pendici dei Colli Martani, è uno dei vitigni più prestigiosi dell'Umbria; nel 1979 ha ottenuto il riconoscimento Doc e nel 1992 quello Docg. La varietà più diffusa sia in Italia che all'estero è il secco, sebbene il Sagrantino sia nato in origine come passito.
La zona di produzione comprende l'intero territorio dei Comuni di Montefalco, Bevagna, Gualdo Cattaneo, Castel Ritaldi e Giano dell'Umbria attraverso cui si snoda l'itinerario enoturistico denominato "la strada del Sagrantino".

Ogni anno vengono preparati numerosi eventi per celebrare questo vino e così, in occasione della festa della donna, The Society, in collaborazione con la Strada del Sagrantino e il Comune di Montefalco, ha organizzato la prima edizione della "Caccia ai tesori di Bacco".

Il gioco partirà sabato 8 marzo, alle 9.30, dalla piazza centrale della cittadina umbra. Il percorso prevede: una visita all'Antico frantoio Brizi con annessa degustazione; una tappa al Museo di Montefalco, dove i partecipanti riceveranno un biglietto omaggio per poterlo visitare, con calma, entro una settimana; un caratteristico pranzo-degustazione sotto i loggiati di Piazza del Comune; l'ingresso al Centro Nazionale Vini passiti; le degustazioni dei vini offerti dalle cantine Caprai e Tiburzi. La caccia si concluderà all'enoteca Federico II, dove si svolgerà la cena a base di vini pregiati e piatti tipici, come i maltagliati agli stracci di cinghiale e pecorino di Fossa e l'arrosto di chianina con patate alla brace. Seguirà la premiazione delle squadre finaliste con musica e balli fino a notte.

Per l'occasione sono stati predisposti 3 pacchetti: "1 day full", "2 days comfort" e "3 days all inclusive" rispettivamente da 50, 100 e 150 euro a persona. Meglio che la classica cena fra donne, che personalmente trovo terribilmente noiosa, no?

  • shares
  • Mail