Caraibi: il resort superlusso Jade Mountain di Santa Lucia


La segnalazione di Deborab sull’offerta di Equinoxe per visitare l’isola di Santa Lucia, nel mar dei Caraibi, noleggiando una barca a vela o un catamarano, mi ha incuriosita e così, cercando qualche informazione in più su quest’isola caraibica, mi sono imbattuta nel Jade Mountain.

Ma andiamo per ordine. Santa Lucia è un’isola a forma di goccia che fa parte delle piccole Antille, a sud di Martinica e a nord delle Granadine, ed è soprattutto la bellezza della sua natura a renderla una meta tanto apprezzata. Nell’entroterra, nascoste in valli profonde ricoperte dal rigoglioso manto della giungla, vi sono piantagioni di banane e palme da cocco, cascate, tantissimi corsi d’acqua e molte specie di animali rari, come il pappagallo 'jacquot'. Lungo la costa, piccoli villaggi di pescatori si alternano a baie riparate e spiagge indimenticabili.

Ma il panorama più suggestivo di Santa Lucia si trova a sud, nel punto in cui le due cime vulcaniche gemelle dei Pitons, Gros e Petit, che dal 1997 sono parte della World heritage list, s'innalzano a 800 metri sulla costa con la loro caratteristica sagoma. Ed è su questa vista spettacolare che si affacciano le suite del resort superlusso Jade Mountain, disegnato dall’architetto Nick Troubetzkoy. Le immense suite (vanno da 130 a 200 mq!), chiamate “santuari”, arredate con legno duro tropicale di oltre 20 tipi diversi, al posto della parete di fondo hanno un ampio patio e una infinity pool privata dotata di fibre ottiche per l’illuminazione notturna in cui si può nuotare ammirando le Pitons e il mar dei Caraibi.

I prezzi dei “santuari”, da gennaio ad aprile, che poi è anche il periodo migliore per visitare l’isola, partono da 990 euro al giorno.

  • shares
  • Mail