Alla ricerca del compagno di viaggio ideale: gruppi organizzati a misura di viaggiatore

pescatori in piroga in Mali

Non so voi, ma io ho sempre avuto difficoltà a viaggiare in gruppi organizzati, a dovermi adeguare ai ritmi e alle esigenze altrui in viaggio. Questo è uno dei motivi principali per cui preferisco organizzarmi i viaggi da sola, spesso in modo più spartano di quanto accadrebbe se mi rivolgessi a qualche noto tour operator, ma sicuramente con maggiore indipendenza e in modo più aderente ai miei interessi. Lungi da essere la mia una crociata anti-viaggi organizzati (del resto tutti i gusti sono gusti, è sempre esistito il viaggiatore che cerca la tranquillità o il lusso in vacanza e quello più "into the wild" - a proposito, l'omonimo film di Sean Penn di cui vi abbiamo parlato tempo fa è uscito da una decina di giorni nelle sale ed è davvero da vedere, per la storia soprattutto, ma anche per lo scorcio di natura selvaggia che ci regala-) prendo invece lo spunto per segnalarvi un sito che, almeno sulla carta, sembra proporre una via di mezzo tra il gruppone organizzato e l'elasticità di un viaggio personalizzato (senza il rischio solitudine).

Il motto di Quiltour è "il piacere di viaggiare con persone simili a te". Incuriosita da questa dichiarazione d'intenti ho dato un'occhiata alla presentazione sul sito web (a cui avevamo accennato già tempo fa per le proposte di capodanno) e ho scoperto come funziona il meccanismo: in pratica se ci si registra (gratis) al sito si ha la possibilità di ricevere la newsletter e di selezionare bookmarks dei viaggi a cui si è interessati; in alternativa ci si può iscrivere (a pagamento: 120 euro all'anno) e compilare un questionario con i propri interessi e i propri dati personali che verranno inseriti in un database per permettere al sistema di elaborare le affinità con i potenziali compagni di viaggio. In seguito poi sarà possibile richiedere la prenotazione di viaggi e servizi direttamente attraverso il sito che selezionerà il gruppo più adatto alle vostre esigenze. Insomma, una specie di agenzia matrimoniale (anche se è ben specificato che la filosofia del progetto non è quella di un sito di incontri) che, al posto di cercare l'anima gemella, si preoccupa di procurarvi i compagni di viaggio ideali.

I tour operator a cui si appoggia Quiltour sono molteplici: OrientExpress, Il Tucano Viaggi Ricerca, Marcelletti, Il Gabbiano Livingston, Harmattan, Equinoxe, Alisei. E le proposte di viaggio cominciano a essere interessanti: dal weekend in toscana a marzo per imparare a produrre il tipico pecorino, alla navigazione in piroga sul fiume Niger in Mali. Insomma ce n'è per tutti i gusti. Originale ad esempio il weekend di fotografia a Venezia con la photoreporter professionista Silvia Morara a circa 600 euro o la settimana nell'entroterra ligure con il deejay Clive Malcolm Griffiths di Radiomontecarlo per imparare l'inglese divertendosi (a luglio, circa 800 euro). Secondo me un servizio potenzialmente utile per i sostenitori (non totalmente convinti) del motto "meglio soli che male accompagnati". Per quel che mi riguarda invece, visto che rientro ancora nella categoria dei solitari convinti, credo che, per il momento, continuerò a viaggiare "fai da te".

Foto | Ferdinand Reus

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO