A caccia di fantasmi a Edimburgo


La capitale scozzese di giorno si presenta in tutto il suo splendore (le parti storiche della città, Old e New Towns, sono state dichiarate Patrimonio dell'umanità dall'UNESCO), ma quando cala la notte svela un fascino segreto e misterioso. Un passato lugubre e oscuro che è possibile scoprire con i Mercat Tours; itinerari che accompagnano i visitatori nella zona vecchia di Edimburgo e nel sottosuolo alla scoperta di storie inquietanti e fantasmi celebri.

I tour partono da Castle Hillche domina la città dalla cima di una rupe di origine vulcanica e che, naturalmente, ospita una serie di spettri, tra cui un tamburino senza testa, un suonatore di cornamusa e un cane fantasma. Le gite sono in inglese, ma se si organizza un gruppetto di quindici persone e si prenota con un paio di settimane di anticipo si può partecipare ad un tour in italiano.

Edimburgo è raggiungibile con voli diretti low cost da Roma con la Flyglobespan, da Pisa con Jet2.com e da Milano Malpensa con Easyjet.

Se l'idea vi affascina e volete documentarvi meglio prima di partire, sappiate che la tradizione che la Scozia sia una regione fittamente popolata dagli spettri è così diffusa e radicata che il National Trust for Scotland ha pubblicato un libro sui luoghi che ospitano uno o più fantasmi e il giornalista trevigiano Roberto Borin ne ha scritto uno intitolato "Castelli e fantasmi di Scozia".

Foto – Tr1xx

  • shares
  • Mail