Cosa vedere a Monopoli, cittadina della fiction Rai Tutta la musica del cuore

Come molti di voi sapranno, questa sera va in onda la prima puntata di "Tutta la musica del cuore", fiction dedicata alla musica e al Sud, che è stata girata nel paese di Monopoli, a 45 km da Bari. La storia sarà incentrata sulla musica e sull'arrivo di un'ispettrice del Ministero al conservatorio di Monopoli, che - per fugare ogni dubbio - vi confermo che esiste davvero e si chiama "Nino Rota", sito in un suggestivo palazzo storico.

Allora conosciamo insieme Monopoli, ridente cittadina sul mare Adriatico. Della sua movida estiva e delle spiagge vi avevamo già parlato qualche tempo fa, ma se ci arriviamo d'inverno cosa visitare? Sicuramente il centro storico della cittadina merita una bella passeggiata, tra palazzi antichi, vie strette e suggestive, edicole votive in onore della Madonna della Madia, che durante la sua festività ad agosto arriva in città dal Mare, per ricordare il miracolo di cui fu protagonista (fece arrivare dal mare delle travi mancanti per la costruzione della basilica, e sulle travi che facevano da zattera arrivò anche l'icona). L'opera è una tempera su tavola di stile bizantino che è possibile visionare nella Cattedrale della cittadina.

Nel centro storico, databile nell'alto medioevo e sorto sui resti di insediamenti messapici, troverete ancora le mura di cinta che proteggevano il nucleo abitato, un paio di torrioni (visitabili) con cannoni (alcuni nuovi, altri restaurati), la torre dell'orologio, la grandissima piazza (attualmente Piazza Vittorio Emanuele) del Settecento e il suggestivo porto, con testimonianze architettoniche veneziane, gotiche e bizantine, a dimostrazione dell'importanza che il porto ha avuto nei secoli nei traffici mercantini Italiani. Da visitare assolutamente la suggestiva chiesa del Purgatorio con tanto di ossario dei frati. Poco fuori dal centro anche il castello-abbazia di Santo Stefano (adesso residenza privata).

Dentro e fuori dall'abitato troviamo anche tantissime testimonianze di chiese rupestri e frantoi ipogei. Da visitare la Chiesa di Santa Maria Amalfitana con una bellissima cripta ben conservata, la Chiesa di Cristo delle zolle con la cripta Sant'Angelo del pagliarolo e la suggestiva chiesa rupestre di S.Giorgio, in località Torre S.Giorgio. Nell'agro di Monopoli potrete trovare e visitare anche tante Masserie fortificate. In una di esse vi segnalo un posto dove mangiare, al ristorante Angelo Sabatelli dell'omonimo chef, nella Masseria Spina.

Infine, last but not least, non dimenticatevi che da Monopoli passava la via Traiana e che tutt'ora è ancora visibile un pezzo nella cittadina, accanto ad una trafficata via asfaltata. Se siete appassionati di reperti, comunque, a pochi km da Monopoli, in direzione Brindisi, trovate gli insediamenti di Egnazia. Centro di vitadei Messapi (al confine tra Messapia e Peucezia), la cittadina fu abitata da messapi, romani e greci, diventando un ricco centro citato in tanti testi romani, soprattutto dei viaggiatori che da Roma si recavano a Brindisi.

Per dormire ci sono tanti hotel, ma vi suggerisco le masserie fortificate trasformate in strutture ricettive e i tanti e davvero carini B&B. Per mangiare trovate l'imbarazzo della scelta, tra osterie vecchie e nuove, pizzerie, locali alla moda, pub, vinerie.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail