Bit 2013: dal 14 al 17 febbraio la Borsa Internazionale del Turismo a Milano

Borsa nazionale del turismo Milano 2013

La Borsa Internazionale del turismo è un vero e proprio giro del mondo in 4 giorni. Come sempre in fieramilano a Rho da giovedì 14 a domenica 17 febbraio. La Bit 2013 avrà 4 aree: natura, cultura, gusto e avventura.

Grande sarà il coinvolgimento del pubblico attraverso web e social media (@bitmilano, #Bit2013). Questa è la molla che ha guidato l’ideazione e la realizzazione di Che viaggiatore sei?, l’app Facebook di Bit, realizzata in collaborazione con IAKI, che cerca di individuare il proprio profilo di viaggiatore attraverso un divertente quiz.

Le curiosità di viaggio sono illustrate dal vignettista Marco D’Ambrosio, in arte Makkox. Durante l'vento il gioco-quiz si trasformerà in una vera e propria guida mobile, che usa i dati raccolti durante il gioco per suggerire percorsi di visita personalizzati.

Grande protagonista di Bit 2013 è la Cina, Paese Ospite d’Onore. Le presenze italiane in Cina hanno fatto segnare numeri record nel 2011, intorno a quota 240 mila, e buoni risultati si attendono anche per questa stagione.

Tra le mete “nuove” presenti c'è il Bangladesh che vede nel turismo uno dei punti forti del suo sviluppo, grazie a una serie di destinazioni bellissime ancora tutta da scoprire. Come Sundarban, il più esteso litorale di mangrovie al mondo (80 km), dove si può incontrare la Tigre del Bengala, per proseguire con le escursioni lungo gli Hill Tracks dell’interno e raggiungere siti archeologici come Paharpur, il più grande centro dottrinale buddista antico del mondo.

Ormai completamente pacificato, torna a proporsi anche lo Sri Lanka, un’isola che racchiude un mondo. Con oltre 1.300 chilometri d'incontaminate spiagge bianche, bagnate dalle acque turchesi dell’Oceano Indiano, lo Sri Lanka è una delle più ambite destinazioni di beach holidays del globo che vanta comunque ben 8 siti UNESCO, come la fortezza di roccia di Sigiriya.

Tra i Paesi presenti a Bit 2013 ci sono Albania, Angola, Argentina, Azerbajan, Austria, Bangladesh, Bosnia Erzegovina, Cipro, Croazia, Cuba, Egitto, Etiopia, Giappone, India, Irlanda, Israele, Libia, Macedonia, Madagascar, Maldive, Malesia, Malta, Mongolia, Marocco, Namibia, Nepal, Repubblica Dominicana, Russia, Serbia, Seychelles, Slovenia, Svizzera, Thailandia, Tunisia, Turchia, Yemen, Ungheria, USA.

Naturalmente c'è una strategia particolarmente adatta alla destinazione Italia. Il più ampio patrimonio culturale e enogastronomico del mondo ed un’enorme varietà di paesaggi e percorsi nella natura. La Puglia, per esempio, con le sue vie del gusto come l’Appia dei vini, che copre i comuni di Brindisi, Ostuni, San Vito dei Normanni, Mesagne e Latiano con i Negramaro, Primitivo e Malvasia. Un’innovativa Green Road prevede percorsi che da 100 masserie arriva al mare con itinerari tematici: Percorso del Brigante, Percorso dei Santi, Percorso del mondo Contadino, Percorso dell’Archeologia e della Cultura. La Puglia punta anche sui percorsi del golf con il San Domenico Golf Club e l’esclusivo Borgo Egnazia, Acaya Golf Resort, Riva dei Tessali.

La Basilicata unisce all’enogastronomia il fascino antico dei sassi di Matera (città patrimonio Unesco) e veri e propri percorsi avventura. Unica regione bagnata da due mari, offre il brivido di itinerari coast-to-coast all’italiana: alba sullo Ionio e tramonto sul Tirreno, passando per scenari naturali di grande bellezza.

Esoterismo, miti e leggende, pratiche magiche e di strane creature sono la carta del mistero su cui puntano le Marche. Un aspetto di questa regione tutto da scoprire. Jesi, Offagna, Osimo, Camerano sono le città che più attirano turisti curiosi e cercatori a caccia di segreti. Jesi è legata alla nascita di Federico II di Svevia, detto stupor mundi; a Offagna l’antico castello, magico e suggestivo, ospiterebbe il fantasma di un’antica signora; a Osimo conservato perfettamente un vero e proprio mondo sotterraneo di grotte, cunicoli e passaggi segreti, che collegano i palazzi; celebre per le sue grotte è anche Camerano, immerso nel Parco del Conero, dove una seconda città, corre e si ramifica nel sottosuolo.

I viaggiatori provenienti dai Paesi BRIC (Brasile, Russia, India e Cina), invece, in questi ultimi anni stanno letteralmente prendendo d’assalto la Toscana alla ricerca dei luoghi che fanno da sfondo ai loro beniamini dello schermo. Per i brasiliani l’amore è scoccato con la telenovela Passione mentre gli indiani, a seguito delle attività di promozione svolte dalla Regione, hanno cominciato a girare in Toscana alcune dei successi di Bollywood. Sempre in Toscana, grazie a un progetto di ricettività diffusa rinasce a nuova vita Castelfalfi, borgo del XII secolo che, senza modifiche alla struttura architettonica, ospiterà tre alberghi e un golf club.

  • shares
  • Mail