Albatros: i super treni della Breda bloccati in Belgio

Trovarsi dentro un treno bloccato sui binari a causa del ghiaccio, magari in mezzo alla campagna e al nulla assoluto, non è mai piacevole. E la cosa risulta piuttosto indigesta anche ai governi che per comperare quel treno hanno speso milioni di euro. Più o meno è quanto è avvenuto in Belgio, dove si sono affidati ai treni V250 Albatros della Breda (chiamati Fyra) per coprire il percorso Amsterdam - Bruxelles.

I treni ad alta velocità sono stati fermati e riportati nelle stazioni dopo che, durante una nevicata, un convoglio ha perso dei pezzi a causa del ghiaccio accumulato. Dovrebbe essere addirittura istituita una commissione di inchiesta per chiarire come mai questo gioiello della tecnologica rotabile italiana si sia arreso di fronte all'inverno belga. Le locali ferrovie hanno minacciato di cancellare gli ordini (in tutto 19 convogli per una spesa di 380 milioni di euro) ancora in sospeso se il problema non verrà risolto in pochi mesi. I vertici della Breda sarebbero rimasti piuttosto sorpresi per l'inconveniente, dato che nei circuiti di prova in Austria e Repubblica Ceca il V250 non avrebbe mai avuto di questi problemi:

I problemi verificatisi, negli ultimi giorni, sui treni V250, sono stati causati da inaspettate problematiche che, dopo le prime verifiche tecniche, appaiono collegate ad un indebito accumulo, sotto i veicoli, di ingenti quantità di neve, poi trasformatasi in ghiaccio che, distaccandosi durante la marcia del treno, ha provocato il danneggiamento di alcune parti del sottocassa. Questi inconvenienti non hanno mai comunque inficiato la sicurezza del treno e dei suoi passeggeri. AnsaldoBreda si scusa per gli inconvenienti occorsi sia verso il cliente che verso i passeggeri e assicura che è impegnata al massimo per risolvere la questione.

Intanto ai passeggeri non resta che utilizzare i più costosi e meno frequenti treni veloci Thalys oppure arrangiarsi con le linee locali e i servizi bus sostitutivi predisposti per collegare Breda (si, la città si chiama così) e Roosendaal con Anversa. Quindi se avete in mente di visitare il Belgio, non contate troppo sui treni...

Via | Repubblica - Railjournal

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 9 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO