Google Transit arriva a Firenze e Torino


Ammettiamo che io abbia un appuntamento di lavoro in un'azienda situata in Via X n° 8 a Napoli. Oggi come prima cosa mi collegherei a Google Maps per ripassare la strada che occorre fare in auto fino alla città e poi darei un'occhiata ai parcheggi disponibili in zona.

Google ha però lanciato anche in Italia proprio nei giorni scorsi Transit, un innovativo servizio già operativo in molte città americane che fornisce tragitti urbani per raggiungere un determinato indirizzo mixando linee dei servizi di trasporto pubblico e tratti da percorrere a piedi. In questo modo se Transit coprisse tutte le città italiane, il viaggiatore potrebbe sempre valutare in modo immediato la convenienza che spesso esiste a lasciare l'auto a casa, prendere il treno e muoversi nelle città con i mezzi pubblici e a piedi. Per ora il servizio copre in Italia solo Firenze (ATAF&Linea, AMV, ACV)e Torino (Gruppo Torinese Trasporti) le quali sono le prime città italiane interessate dal lancio europeo del progetto.

Secondo la metodologia di Google sono gli stessi utenti o operatori economici che arricchiscono di contenuti i suoi servizi. Così un consiglio per tutti sarebbe quello di mandare un'email alla società di trasporti pubblici della propria città segnalando questo servizio e la possibilità di integrare i dati sulle proprie linee all'intero di questo servizio online.

Per contattare Google Transit e chiedere maggiori info scrivete a labs-transit_content@google.com. Se siete il responsabile di una società di trasporti, andate subito al sodo dando in pasto ad un buon esperto informatico questa paginona in inglese zeppa, zeppa di specifiche. La vostra azienda ne trarrà sicuro giovamento sa in termini di fatturato ma soprattutto almeno all'inizio, in termini di immagine e di visibilità mediatica.

  • shares
  • Mail