Su un'isola in Giappone c'è il paradiso dei conigli

Se vi piacciono le vacanze a contatto con la natura e siete fervidi sostenitori degli influssi benefici della pet-therapy e magari vi trovate pure in Giappone (già caro agli amanti degli animali grazie ai cat cafè), potrebbe interessarvi una visita a Okunoshima Island detta anche Usagi Shima (l'isola dei conigli). Un piccolo paradiso di 2 chilometri e mezzo di circonferenza collocato tra Hiroshima e Shikoku, e che ospita una nutritissima colonia di conigli selvatici. Ma come ci sono finiti qui?

Vuole la leggenda che le insolite presenze dalle orecchie lunghe, che ora raggiungono il numero di 300 esemplari, siano i discendenti di soli 8 conigli lasciati qui nei primi anni '70. Ora i simpatici quadrupedi saranno anche selvatici ma visto l'affluenza dei turisti, sono ben abituati a interagire con gli umani che presso l'hotel dell'isola per circa un euro possono acquistare un kit a base di carote e cavoli.

Di certo si tratta di una svolta per quest'isola poco conosciuta che durante la Seconda Guerra Mondiale ospitava una fabbrica di gas velenosi; ma spiegano su Oddity Central che anche se è stata dichiarata sicura per i turisti, l'isola non è mai stata bonificata in maniera massiccia. Recitano infatti i vari cartelli, di non allontanarsi mai dai sentieri prestabiliti. Qui il sito con i dettagli per soggiornare e fare visite guidate.

  • shares
  • Mail