Cena al Quattordicesimo piano: il Fungo dell'EUR

Ieri sera ho avuto modo di cenare al famoso “Fungo” di Roma. Famoso perché dagli anni 50 è un vero e proprio cult tra i ristoranti più in voga di tutta la capitale. Per chi non lo conoscesse, il ristorante sorge sulla sommità di un enorme serbatoio dell’acqua, progettato dall’architetto Nervi, chiamato “fungo” proprio per la sua forma e convertito in ristorante dal tenore Mario Del Monaco.

Situato in zona EUR, il fungo è sempre stato rinomato per la sua alta cucina e di conseguenza per i suoi prezzi non proprio accessibili, soprattutto tra i giovani che inevitabilmente difficilmente possono permettersi una cena qui. Dopo essere stato chiuso per un po’ di tempo è stato riaperto al pubblico ed ora si chiama “quattordicesimo piano”.

Considerazioni: A chi mi sconsigliava di andarci perché “non è niente di eccezionale”, dico che invece almeno una volta vale la pena cenarci. E’ un luogo molto chic, caratteristico e dal quale si può ammirare una stupenda vista di Roma dall’alto. Nonostante sia cambiata la gestione ed ora la cucina, gestita dallo chef Lissana, si contraddistingue per essere semplice ma piena di sapori esotici e sperimentali, i prezzi credo siano rimasti gli stessi, per la gioia di chi ama distinguersi… Certo non tutte le sere si può cenare in posti del genere ma una volta nella vita si. Ed anch’io adesso posso dire di essere stato al mitico “fungo”.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: