A Madaba, sulle orme dei primi cristiani

Quando Eugenio ci raccontò della Spa Ma'in, non ci disse che era la meta perfetta per riposare le stanche membra dopo la visita di Madaba, o che viceversa Madaba era la scusa perfetta per prenotarsi un hotel a cinque stelle con terme naturali di lusso. Amman dista solo 30 km, un break ideale per un luogo molto particolare: Madaba risale al neolitico e nella Bibbia è citata ben due volte. Oggi è visitata più che altro per gli scavi che hanno portato alla luce resti di mosaici così estesi da far impallidire anche città come Ravenna - il famoso mosaico con la mappa della Terra Santa racchiude nei suoi due milioni di tesserine colorate la più antica raffigurazione di Gerusalemme.

Mada è interessante anche come centro per visitare i dintorni: nel 2010 a pochi chilometri da qui è stato scoperto un tempio vecchio di 3000 anni, a Khirbat 'Ataroz. Al Wadi Jideid di al Fayhaa invece si trovano centinaia di dolmen ancora più antichi, che risalgono all'età del Bronzo.

Più a sud sorge la fortezza di Macheronte a Mukawir, dove Giovanni il Battista fu giustiziato. Se volete approfittarne per buttar giù la pancetta, passate dal Tour Operator Terhaal che in questa pagina offre una gita in giornata da Mudaba a Mukawir con le biciclette. Touring Club è molto sintetico ma non lascia dubbi:

Eretto intorno al 90 a.C. sulla cima della collina di al-Mishnaqah, il palazzo offre un panorama spettacolare sul Mar Morto e sulle colline della Palestina, che da solo vale l'escursione.



Qui nei dintorni, a Betania oltre il Giordano si trova la fonte dove Giovanni battezzava i pellegrini sulla strada di Gerusalemme, e tra di loro anche Gesù fu battezzato qui. Dice qui Guide Moizzi:

Vi si trova una stazione di pellegrinaggio, un’ampia vasca (20x10 metri), presumibilmente usata per battesimi collettivi in epoca bizantina; nei pressi sgorga la fonte di Giovanni Battista, la cui acqua serviva per i riti battesimali. In quest’area si trovano inoltre alcune grotte, usate dai monaci sia come luoghi di preghiera che come eremi. Erano scavate nelle pareti dei rilievi e in alcuni casi, per accedervi, i monaci dovevano ricorrere all’ausilio di corde. Un sentiero percorribile a piedi (o con un ulteriore tratto in navetta) conduce fino alla chiesa di Giovanni Battista, risalente al periodo dell’imperatore Anastasio e luogo ritenuto come quello di «Bethabara», dove venne battezzato Gesù.

Ultimo consiglio: il sito archeologico di Um er-Rasas, dal 2004 World Heritage Site di UNESCO (qui una presentazione).

Vedi anche 10 cose da fare ad Amman, la grotta dei 7 dormienti e cosa mangiare ad Amman.
Foto: See the Holy Land

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO