Hvar, gioiello semplice incastonato nell’Adriatico

Un ricco salotto d’altri tempi. Per chi si prepara a visitarla, è bene specificarlo: a Hvar il tempo del consumismo è ancora lontano, il divertimento vip pure. Nonostante sia una delle isole più celebrate della Croazia (nella Dalmazia centrale) e una fra le 10 più belle del mondo.

Contemplate di mettere in valigia costume, telo da mare, sdraietta da panorama, ma non appesantite il bagaglio con abiti firmati, né accessori troppo chic: quest’isola è sinonimo di semplicità. Una semplicità che mi ha ricordato noi italiani, 40 anni fa.

Quello che troverete a profusione sono quelli che ho ribattezzato “boschi emersi”, verde a perdita d’occhio che sembra nascere direttamente dal mare, acqua blu cristallino, profumo di lavanda e rosmarino, cittadine e borghi del XVI secolo, bianchi e spartani.

E una genuina voglia di vivere, che qui gli abitanti non perdono mai. Sono in continuo movimento, pieni di entusiasmo per la vita, anche quella ordinaria. Si divertono con poco, amano stare in famiglia (la famiglia è un valore fondamentale), fare riunioni con viveri al seguito, trattenersi sugli scogli terrazzati dell’isola fino al tramonto. Il lusso non fa parte del pacchetto.

Se cercate alberghi a 5 stelle rimarrete delusi. Qui non ce ne sono. Solo case private in affitto, belle come la natura che le circonda: non manca nulla, ma non c’è nulla in più di quello che al vero benessere serve, stanze arredate semplicemente, corredate di balconi su vedute mozzafiato. E facile accesso al mare, quasi sempre.

La smania di divertimento sfrenato, con i decibel allo zenit, vi passerà già alla seconda sera. Qui ci si trastulla all’aperto, nei piccoli patii dietro portoncini in legno nascosti nei vicoli. Tra un bicchiere e l’altro si balla se la musica stimola il movimento e la compagnia è frizzante.

Per Hvar, l’essenza di tutto è nei contatti umani: il droghiere a due passi, quello che non chiude prima di mezzanotte, il ragazzo che affitta le bici, il ristoratore che come aperitivo ti regala il suo primo sorriso dopo il tramonto. E dopo un giorno dallo sbarco nella storica Stari Grad si avverte come la presenza di qualcosa da scoprire lentamente. Hvar si lascia conoscere con riserva. Si spoglia solo se la si rispetta come una donna dal passato doloroso.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: