Il Cairo rinato del parco di al-Azhar

Ho letto su Libération un articolo interessante sul parco Al-Azhar, inaugurato quest'anno a 21 anni dal primo interessamento da parte del ramo filantropico dell'impero di Aga Khan, con il suo Historic Cities Support Programme.

Il Cairo, prima capitale africana, conta oggi 15 milioni di persone e il suolo verde si è ridotto oggi a trenta cm² pro capite. Impressionanti anche i numeri del Parco: 600 mila piantumazioni, 10 km d'irrigazione e 80 mila camionate di detriti rimossi, da quello che era una discarica a cielo aperto vecchia di centinaia di anni.

Oggi Al-Azhar offre ai turisti il Citadel View Restaurant e il Lakeside Café: i reperti archeologici affiorati duranti i lavori lungo lo Ayyubid Wall non si possono ancora visitare.

Una bella brochure sul progetto, un pdf di 76 pagine, lo vedete qui, mentre su Tour Egypt trovate una pagina piu' turistica per inquadrare il Parco nella sua città. L'università al-Azhar, considerata una tra le più antiche università al mondo, è anche controverso crocevia culturale: leggetene qualcosa sul Corriere per poi vederla nelle foto di Stefano de Luigi per l'agenzia Contrasto.

  • shares
  • +1
  • Mail