Pattinare sul ghiaccio a Capodanno sotto il campanile sommerso del Lago di Resia

Ci sono tante stranezze da vedere nel mondo, e anche in Italia ci sono luoghi "must see". Ad esempio, suggestivo soprattutto con la luce invernale, è il campanile sommerso nel lago di Resia, in provincia di Bolzano. Si, avete letto bene, un campanile sott'acqua, di cui esce solo la parte superiore. Come è possibile? Nel 1950 fu terminata la costruzione di una diga che unì due laghi e sommerse tutto quello che c'era, compreso il piccolo villaggio di Curon Venosta che venne ricostruito più in altura.

Case, terreni, tutto fu sommerso, compresa la chiesa, il cui campanile però, nonostante la profondità del lago e il continuo innalzamento delle acque, svetta dalla superfice in un'atmosfera alquanto originale. La chiesa del Trecento, a quanto pare, non ci sta a perdere la sua identità, e quindi rimane lì sottoposta alle interperie, facendo bella mostra del suo tetto.


Facile immaginare la quantità di leggende che si sono sviluppate attorno al campanile, compresa quella che vede le campane suonare durante le giornate di inverno, cosa abbastanza difficile visto che furono rimosse e riutilizzate prima della costruzione della diga. Il campanile è diventato una vera e propria attrazione, tanto che nel 2009 il lago è stato abbassato per rendere possibile il suo restauro.

La vera particolarità di questo lago con campanile è che d'inverno si ghiaccia e quindi, se per Natale o Capodanno vi trovate in Val Venosta, dovete assolutamente passarci: con le acque giacciate (da dicembre a marzo, di solito), infatti, è possibile avvicinarsi al campanile, facendo sci di fondo, pattinaggio sul ghiaccio e quando il vento lo permette anche la slitta a vela.

Vedi anche in Alta Pusteria tra canederli e cristalli di neve, il Christkindlmarkte di Brunico e Alpina Dolomites, il nuovo Lodge con Spa in Alto Adige.
Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: