Libano: nevica sulle rovine del Tempio di Bacco a Baalbeck

Oggi parliamo un poco del tempo ma solo come scusa per atterrare in Libano e scoprire le rovine del sito archeologico di Baalbeck, patrimonio dell'umanità tutelato dall'Unesco fin dal 1984 e situato nella valle della Bekaa. E su questi importanti resti romani - tra cui spicca il Tempio di Bacco - in questi giorni sta nevicando, quasi a confermare l'ondata di maltempo che colpisce il Paese. Nevicate a bassa quota e paesaggi insolitamente imbiancati si registrano anche in Siria, Israele e Giordania: per cui, se avete in programma un viaggio in Medio Oriente nei prossimi giorni, mettete in valigia anche un maglione!

Se invece non vi siete organizzati per andare nella Bekaa - e avete fatto bene, dato che è una delle zone di conflitto più calde dell'intera, rovente, area - vi accontenterete di sapere che il Tempio di Bacco, lungo 36 metri e alto 31, conta ben 42 colonne corinzie, 19 delle quali ancora in piedi. Ai tempi, tra il II e il III secolo, la città romana si chiamava Heliopolis. Risalgono ad allora le grandiose costruzioni, di cui oggi restano estese rovine, su cui spiccano i templi dedicati a Venere e Giove.

Dalla fine della guerra civile la zona viene considerata "sicura" anche se nel 2006 pare che i bombardamenti israeliani siano arrivati fino qui...

Foto @ Getty Images

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 21 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO