Un motore prende fuoco, Airbus A380 dell'Emirates costretto all'atterraggio di emergenza

airbus a380 della emirates airlines
Un aereo di linea della Emirates Airlines, un Airbus A380 patito da Sidney e diretto a Dubai, è stato costretto a tornare indietro nella notte di domenica scorsa, quando uno dei suoi motori, non molto tempo dopo il decollo, ha preso fuoco.

L'aereo, il volo era l'ek413 con 380 passeggeri a bordo, era partito da soli 20 minuti, e stava ancora salendo per arrivare alla quota di crociera, quando si è verificato un problema con uno dei suoi quattro motori.

Un passeggero neozelandese di 49 anni, John Fothergill, ha dichiarato: "Ho visto un lampo. Ho pensato che avrebbe potuto essere un fulmine, ma poi ho visto le fiamme uscire dal motore. Tutto l'interno dell'A380 ne è rimasto illuminato."


La compagnia araba, che ha ri - protetto tutti i passeggeri, ha dichiarato, che se anche i passeggeri hanno potuto vedere un lampo, non si è comunque trattato di un incendio.

Emirates, la compagnia aerea con la più grande flotta di A380 al mondo, utilizza motori GP7200 motori costruiti da Engine Alliance, una joint-venture fra General Electric Co e Pratt & Whitney, invece dei motori della Rolls Royce Plc Trent, utilizzati da altre compagnie aeree.

Inutile dire che l'Emirates ha immediatamente iniziato una indagine per stabilire le cause di questo incidente, a cui parteciperanno anche gli esperti dell'Airbus.

Attualmente sono 18 le compagnie aeree, che attualmente utilizzano l'Airbus A380; 262 i giganti del cielo complessivamente in circolazione.

Vedi anche, le crepe trovate sugli A380 della Qantas, il primo A380 a Roma Fiumicino, l'incidente del 2010 all'A380 della Qantas, gli interni dell'A380 dell'Emirates.

Foto | Wikimedia Commons

  • shares
  • +1
  • Mail