Georgia: la Cattedrale di Alaverdi e la zona vinicola di Kakheti

La Cattedrale di S.Giorgio di Alaverdi si trova a 18 chilometri dalla città di Telavi, nella valle del fiume Alazani, in Georgia. Costruita nella prima metà dell'XI secolo in realtà la struttura vanta origini ancora più antiche, dato che nello stesso luogo esisteva un monastero già nel VI secolo. La chiesa ortodossa, che rientra nel patrimonio mondiale tutelato dall'Unesco dal 2007, fu fondata dal monaco Joseph Alaverdeli, in un piccolo villaggio dove esisteva un tempio pagano dedicato alla luna. In seguito Kakhetian King Kvirike costruì la cattedrale che andò a sostituire la piccola chiesa di S.Giorgio. Essendo l'edificio religioso più alto di tutta la Georgia (il suo massiccio campanile raggiunge i 50 metri) la cattedrale domina il paesaggio e svetta nella fertile valle cinta dalle montagne del Caucaso. La sua facciata, monumentale e solenne, è caratterizzata da nicchie e arcate (purtroppo le decorazioni interne sono in gran parte svanite) mentre un alto muro di cinta difende una abitazione, il refettorio, la cantina e altri spazi comuni. Nonostante il crollo di due cappelle nel XIX secolo, i restauri hanno mantenuto in buone condizioni un esempio notevole dell'architettura medievale georgiana.

La cattedrale è circondata da campi e vigneti e questo ci porta ad ampliare lo sguardo per accorgerci che siamo in una zona vinicola molto interessante, quella di Kakheti. Da qui proveniva e proviene il khvanchkara, un vino molto stimato dall'elité sovietica, che per 70 anni ne ha fatto una propria bevanda quasi esclusiva (pare che Stalin lo apprezzasse in modo particolare). Sarebbero circa 1500 anni che le acque dell'Alazani, irrigando la valle e i vigneti, permettono alle vigne di crescere rigogliose e alla popolazione di ricavarne un pregiato nettare.

Se vi trovate a passare da quelle parti non dimenticatevi di fare una sosta a Kutaisi per ammirare il nuovo Parlamento, nel posto di confine più bello del mondo e di arrampicarvi fino alla chiesa più scomoda e irraggiungibile del mondo.

Via | Lonely Planet
Foto | Flickr

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO