Il 5 maggio a Napoli per il miracolo di San Gennaro

Facciata del duomo di NapoliIl primo sabato di maggio è un giorno importante per i credenti che affidano le proprie preghiere a San Gennaro e per tutti i napoletani; è la prima occassione dell'anno in cui i fedeli si raccolgono nel Duomo di Napoli (qui la facciata ripresa da belgianchocolate) per pregare affinchè si realizzi il miracolo della liquefazione del sangue del santo.

La cerimonia è guidata dall'arcivescovo della città, aiutato nella sua funzione dalle "parenti del santo", che sedute nei banchi delle prime file "incoraggiano" il santo a compiere il miracolo con implorazioni, esortazioni ma anche frasi tenere (e a volte addirittura irriverenti); questa delle parenti del santo è una tradizione antichissima, che sembra derivi dal fatto che le prime credenti a rivolgere queste suppliche, provenienti dai quartieri più popolari della città, facessero Ianuario di cognome, testimonianza questa della loro parentela con San Gennaro.

Dall'avverarsi o meno del miracolo i credenti traggono auspici per il futuro della città, ovvimanente positivo quanto il sangue contenuto nell'ampolla si scioglie; le reliquie del santo potranno poi essere venerate per tutta la settimana successiva, prima di essere riposte nella cassaforte dove sono solitamente protette.

  • shares
  • Mail