Dove andare in Turchia, Dalyan davanti l'isola di Rodi

La spiaggia di Iztuzu

Daylan non si trova sul proprio mare, dal quale dista comunque pochi chilometri, anche se è nato come villaggio di pescatori. Pescatori particolari, che pescavano le orate che risalivano il fiume per deporre le uova (e siccome non sono erano stupidi, le pescavano dopo la posa delle uova...).

Ma Dalyan non è famosa per le sue orate, quanto per le tartarughe, le Caretta caretta, che hanno scelto la spiaggia di İztuzu per deporre le loro uova. Per la conservazione di questa splendido angolo di natura sono state combattute diverse battaglie, contro progetti edilizi nella zona, e per lo stesso motivo la spiaggia è interdetta ai turisti, dalle 8 di sera alle 8 del mattini, nel periodo in cui le tartarughe depongono le uova e quando raggiungono il mare, ovvero tra maggio-ottobre.

Natura e storia, perché gli uomini da sempre hanno bazzicato questi lidi. Le rovine di Kaunos, che risale al X secolo avanti Cristo, e le tombe Lidie scavate nella roccia a strapiombo, tutte nelle immediate vicinanze. E altro ancora, perché Dalyan, da tempo è abituato alla presenza dei turisti (molti i britannici), per cui si può sempre scegliere di fare un bagno nel fango o un giro tra le tante isolette che punteggiano questo tratto di costa.

Dalyan si trova a 30 chilometri da Dalaman, dove si trova l'aeroporto più vicino. Molto trafficato d'estate, praticamente ci arrivano tutte le low cost britanniche, oltre la turkish airlines e alcuni evttori russi, al momento non offre alcun collegamento diretto con l'Italia.

Bagni nel fango
La moschea
Antico teatro di Kaunos
Tombe licie

Foto Wikimedia Commons, mwanasimba, Rev Stan.

  • shares
  • Mail