Cosa vedere vicino Amsterdam, i mulini e canali di Zaanse Schans

I mulini e canali  di Zaanse Schans vicino Amsterdam

Zaanse Schans non è una città o un paese, ma un piccolo villaggio, che qualcuno ha anche definito come una bella collezione di mulini a vento. Ci sta l'ironia viste le dimensioni ridotte, ma alla fine, qui, se ogni anno arrivano poco meno di un milione di turisti, qualche motivo ci sarà.

Il borgo ha avuto il suo momento di splendore in epoca industriale, quando qui si costruivano navi e zoccoli (si, proprio quelli tradizionali in legno), e si produceva dell'ottimo formaggio. Come tante altre realtà industriali, ha poi rischiato di scomparire, riuscendo a sopravvivere grazie al turismo, attratto qui proprio dalla collezione di mulini a vento.

Mulini, casette in legno e canali, che mantengono Zaanse Schans sospesa nel tempo. Un tempo andato, da cartolina e da racconti, che qui ancora vive, per la gioia dei turisti. Provate a visitare il caseificio, e ve ne accorgerete, perché dopo il solito giro per vedere come si produce il formaggio (ma ai bimbi non fa male...), potete acquistare i loro prodotti, serviti da commesse nei tradizionali abiti olandesi (con tanto di cappellino stile puffetta).


Foto Wikimedia Commons

E la passeggiata nel paese, tra una casetta e l'altra, tra un ponticello e un canale, tra un mulino e l'altro (tre sono visitabili), dopo la tappa al Museo di Zaans, può concludersi con una visita al museo degli zoccoli, o al primo negozio del signor Heijn, che proprio da Zaanse Schans è partito per creare la sua catena di supermercati.

Per arrivare a Zaanse Schans con il treno si deve scendere a Koog-zaadijk (meno di mezz'ora il tragitto da Amsterdam), e da lì, in 10 minuti a piedi, si arriva a destinazione, seguendo il percorso ben segnalato. In alternativa c'è il 91 di Connexxion, un autolinea che parte dalla Stazione Centrale di Amsterdam, e termina la corsa, proprio all'entrata della collezione di Mulini a vento.

Vicino Amsterdam ci sono anche Marken, l'antica isola dei pescatori, e Giethoorn, il paese senza strade.

  • shares
  • Mail