Enac smentisce Wind Jet, noi non abbiamo ricevuto alcuna richiesta per la nuova compagnia

airbus a320 wind jet
L'ENAC ha emesso ben due comunicati, per smentire le notizie circolate ultimamente, secondo le quali Wind Jet, la low cost siciliana di proprietà di Pulvirenti, sarebbe pronta a ripartire il prossimo 5 dicembre, con una nuova compagnia, nuovi aerei, e nuovi colori; bianco, rosso e azzurro per i più curiosi.

In entrambi i comunicati l'Enac ribadisce un concetto semplice, semplice: in merito al riavvio dell'attività Wind Jet o alla Costituzione NEwCo, l’ENAC ad oggi non ha ricevuto alcuna richiesta. Come a dire, noi di questa storia non ne sappiamo niente. Ed è strano, visto che la licenza di volo è stata sospesa dall'ENAC, ed, eventualmente, sarà sempre l'ENAC a dover valutare se esistono i presupposti perché Wind Jet torni a volare.

Di certo per ora c'è solo che Wind Jet ha presentato una richiesta per accedere alla procedura concorsuale. A questo fatto si aggiungono tutta una serie di annunci, dalla data di ripresa delle attività (5 dicembre ?), alla nuova forma societaria (anche la Regione Sicilia tra i nuovi soci?), alla nuova livrea.

Tra quanto fatto, e l'obiettivo finale, che è quello di tornare a volare, occorre trovare i soldi, perché solo se si trovano i soldi, si potrà convincere Tribunale Fallimentare ed Enac, che l'azienda sia realmente in grado di tornare ad operare. E con tutto quanto sta accadendo in questo momento in Italia, è plausibile che i soldi che mancano ce li possa mettere la Regione Sicilia?

Foto | Andrea Graziadio

  • shares
  • Mail