Horn Please: alla scoperta dell'India seguendo i camion variopinti e i loro autisti

Tra le suggestioni principali del subcontinente indiano, tra i suoi mille sapori e colori, uno degli indicatori principali dell'identità del paese sono sicuramente le strade, nel loro fitto intersecarsi tra vie ultramoderne e sentieri rurali. Lo sa bene il fotografo Dan Eckstein, che ha realizzato il progetto fotografico e video Horn Please -di cui è la summa il video qui sopra- dove propone un itinerario di 2.500 Km nel nord est dell'India. Le foto, che potete vedere per intero nel suo portfolio sul sito di Eckstein, ritraggono soprattutto una delle icone più note di questo mondo stradale di terra e asfalto: i trucks (camion) tipicamente decorati con motivi sgargianti che li rendono inconfondibili, tanto più negli orizzonti polverosi di questi luoghi.

Il progetto, realizzato nel 2012, ha un suo sito a parte che si chiama Horn Please India, qui potete vedere da vicino i disegni su questi veicoli, i ritratti degli autisti (che nei camion ci vivono letteralmente per settimane e che li personalizzano con immagini di guru, adesivi, ghirlande e quant'altro, esprimendo così la propria individualità) e le vedute dei luoghi di mezzo che questi attraversano. Sono spicchi di India affascinanti, immagini per chi vuole capire a fondo il paese e che raccontano molto di più dei depliant patinati da agenzia: dalle saracinesche abbassate a Bikaner, alle statue votive lungo le strade del Rajastan, dagli scorci dell'autostrada che da Ajmer va a Udaipur alle dhabas, le isole di sosta dove a volte trovi un albero gentile per stendere il bucato.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: