Più tasse sui voli = Meno inquinamento ?

Il problema sono le emissioni inquinanti degli aerei. La conseguenza, un possibile aumento delle tasse che si pagano sui biglietti aerei. Specie delle low cost che così, low cost lo sarebbero sempre meno. In altre parole ci sono alcuni governi come quello inglese che pensano di ridurre l'inquinamento causato dall'aviazione civile tassando i passeggeri delle compagnie aeree sui voli a corto raggio.

L'idea del Governo di Londra è molto Italian style, ma i risultati sono molto dubbi: la riduzione dell'inquinamento ottenuta in questo modo dovrebbe provenire dalla riduzione del numero di gente che viaggia, in particolare i viaggiatori della categoria gente-comune che negli ultimi anni con l'esplosione del fenomeno low cost avevano iniziato ad affollare i cieli e le città europeee.

La seconda opzione, quella proposta dalla Commissione europea, punta a ridurre le emissioni di co2 tramite un meccanismo di trading dei diritti di emissione. In altre parole si permetterebbe alle aziende, in questo caso le compagnie aeree, di acquistare dei diritti di emissione da altre aziende che ne hanno in surplus in quanto hanno adottato ristrutturazioni produttive che hanno ridotto la quantità di co2 emessa.

Questo secondo metodo sembra molto più intelligente e dovrebbe riuscire a garantire che il mercato dei viaggi aerei continui a svilupparsi e quindi a noi di continuare a viaggiare tanto e spesso.

Credo che chi ama viaggiare debba stare attento anche queste importanti questioni politiche. Quindi, allerta. A questo link un dossier molto interessante anche se decisamente tecnico.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: