Il Nepal vieterà il trekking indipendente

trekking in nepalFunzionari governativi del Nepal hanno annunciato che, a partire dal prossimo settembre, sarà obbligatorio, per tutti i turisti che desiderano fare trekking in Nepal, essere accompagnati da almeno una guida registrata nei pubblici registri. In effetti la norma esiste già per gli escursionisti che "trekkano" in gruppo, ma fin'ora era ancora possibile camminare in solitaria, senza l'ausilio di una guida.

La decisione è stata presa dal ministero degli Affari interni, con l'intento di garantire la sicurezza dei turisti, ed il controllo delle imprese da trekking illegali. Indubbiamente però, è anche conseguenza di un ultimo fatto di cronaca, che ha visto la morte di una 23 escursionista belga, Debbia, il cui corpo è stato trovato decapitato il 14 giugno scorso, sotto un sentiero nel Parco Nazionale del Langtang, vicino al confine con il Tibet. L'incidente è solo l'ultimo di una serie di altri assalti e sparizioni, operate ai danni di trekkers.

Il segretario dell'associazione nazionale delle agenzie di trekking, soddisfatto dall'annuncio, ha commentato: "La decisione contribuirà a promuovere il Nepal come destinazione sicura per i turisti, in un momento in cui i media internazionali stanno mettendo in discussione la sicurezza degli stranieri in Nepal." A questa decisione si aggiunge il nuovo supplemento di 10 dollari al giorno per i trekkers indipendenti, ma in questo caso, non si fa riferimento alcuno alla questione sicurezza....

Leggete anche gli avvisi sul Nepal sul sito ViaggiareSicuri del Ministero degli Esteri.
Via The Guardian
Foto | ilkerender

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO