Forse oggi è l'ultimo giorno di volo per WindJet

Airbus Windjet atterra a Roma Fiumicino
Oggi, forse, è l'ultimo giorno di volo per la WindJet, la compagnia di volo low cost siciliana nata nel 2003 e posseduta da Antonio Pulvirenti (il presidente della squadra di calcio del Catania), a meno che WindJet ed Alitalia, non riescano a trovare l'accordo sul prezzo, per un acquisto, che fino a qualche mese fa, sembrava cosa fatta.

Che cosa è accaduto, per fare recedere l'ex compagnia di bandiera dall'intenzione d'acquisto della WindJet, acquisto che avrebbe permesso di garantire il mantenimento del posto di lavoro ai tanti lavoratori della compagnia siciliana? E' accaduto che l'ENAC, l'autorità nazionale che regola il settore dell'aviazione civile, ha dato l'ok alla fusione tra le due compagnie, subordinandolo ad una condizione che sta pesando come un macigno sul futuro della WindJet.

Segue ultimo aggiornamento alle 23 del 6 agosto.
Foto | Marco Tersigni

Il pesantissimo "si, puoi acquistare, ma...", riguarda la condizione posta in capo ad Alitalia di liberare alcuni slot sulle tratte più redditizie di WindJet (le tratte sono Catania-Milano, Palermo-Milano e Catania-Roma), entro un breve periodo di tempo, in modo che sia garantita la concorrenza tra compagnie aeree su queste tratte.

Sembra una condizione da poco per Alitalia, ma in effetti, in questo modo, cambia il valore commerciale di WindJet, rappresentato, oltre che dal valore professionale dei suoi dipendenti, e di eventuali beni immobili, dagli slot in possesso della compagnia di volo. Ridurne il numero, ma soprattutto, permettere ad altri di operare sulla stessa tratta, dal punto di vista di Alitalia, significa ridurre il valore della compagnia siciliana.

E così le due compagnie sono tornate a trattare sul prezzo d'acquisto, con Alitalia che sembra intenzionata ad ottenere un forte sconto, su quello inizialmente pattuito. Tutto questo, mentre WindJet soffre di una grave crisi finanziaria, che non le permetterebbe più di garantire il pagamento degli stipendi ai dipendenti (e dei debiti ai fornitori), motivo per il quale, l'ENAC, potrebbe ritirare la licenza di volo a WindJet.

Oggi è l'ultimo giorno concesso da ENAC a WindJet per volare; o si trova un accordo con Alitalia, che assicuri i pagamenti della compagnia, o da domani gli aerei della WindJet staranno a terra, anche se, più probabilmente, saranno sulla via del ritorno in Irlanda, visto che i velivoli sono di proprietà di una compagnia irlandese, che fino li ha concessi in leasing a WindJet.

E in tutto questo marasma, con i clienti di WindJet, quelli che hanno in mano i biglietti per i prossimi giorni, che ancora non sanno se potranno o meno volare, ieri ci sono stati forti ritardi sui voli di WindJet, probabilmente da collegare alla situazione di incertezza che la compagnia siciliana sta vivendo in queste ore.

Ultimo aggiornamento alle 23 del 6 agosto. L'ENAC ha spostato a mercoledì il termine ultimo, entro il quale WindJet deve trovare un accordo con Alitalia, altrimenti la compagnia non potrà più volare. Forti disagi per i passeggeri in partenza da Roma Fiumicino per Catania. Via Ansa.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: