Prossima destinazione per il 2013, Baku in Azerbaijan

flame tower a bakuSecondo me quelli di LonelyPlanet l'hanno già inserita nella top ten delle città da visitare nel 2013 (qui quella del 2012), ma già diversi blogger stanno battendo la strada che porta in quel di Baku, come quelli di FoxNoMad, che ne parlano come della nuova Dubai (bellissima la fotografia di Anil).

Baku è la capitale dell'Azerbaigian, uno degli stati nati dallo scioglimento dell'Unione Sovietica; è la più grande città del paese, il più grande porto sul mar Caspio, una delle città più antiche del Caucaso (la città vecchia è protetta dall'Unesco come patrimonio dell'Umanità), che l'economia del petrolio, sta rapidamente trasformando, in una moderna metropoli internazionale. Per semplicità di Baku si distinguono tre zone principali, il centro, la vecchia città murata e la città sovietica.

Diversi sono i siti di interesse turistico, come la Città Murata, la Torre della Vergine, il Palazzo dei Shirvanshakh (tutti è tre sotto tutela dell'UNESCO), il tempio di Ateshga, il Museo Archeologico Etnografico Qala, Yanar Dagh, Dendro Park, Shehidler Khiyabani (la strada dei martiri), i grandi centri commerciali (AF MALL) e quelli più tradizionali, come quello dei tappeti, e le nuovi grandi torri, i moderni grattacieli, che stanno cambiando il profilo della città, come la Flame Towers, nella fotografia qui accanto.

Per visitare l'Azerbaijan, occorre fare passaporto e visto (non è più possibile ottenerlo sbarcati in aeroporto a Baku), il miglior modo per girare in città è in taxi (non provate proprio a guidare voi...), e sebbene gli azeri imparino il russo come seconda lingua, l'inglese inizia ad essere utilizzato da un maggior numero di persone.

Foto | Martin Lopatka

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: