Eccezionale al Duomo di Siena, per due mesi torna visibile il pavimento

lupa senese nel Duomo di Siena

Saranno nuovamente visibili gli splendidi pavimenti del Duomo di Siena, la Cattedrale di Santa Maria Assunta, esempio di architettura romano-gotica, una delle più belle Cattedrali italiane, visitata da oltre un milione di persone all'anno. Tanta gente, tante piedi, che inevitabilmente provocano la rovina dei pavimenti, che, per questo motivo, per proteggerli, normalmente sono coperti da lastre di faesite (l'italianissimo truciolato insomma).

Il pavimento è a commessi marmorei, opera unica nell'arte italiana per ricchezza di inventiva, vastità e importanza dei nomi che vi hanno collaborato. Diviso in 56 riquadri mostra rappresentazioni sottese a un disegno tematico omogeneo, quello della Rivelazione tramite la Scrittura, solo in piccola parte alterato per via della lunga vicenda esecutiva o per esigenze di celebrazione della storia cittadina. I riquadri più antichi sono della seconda metà del Trecento, fino agli ultimi ottocenteschi, dovuti a più di quaranta artisti quasi tutti senesi. Wikipedia.

Il Pavimento, una vera e propria opera d'arte (vedi l'eccezionale voce su Wikipedia), quello che Giorgio Vasari definì "il più bello, grande e magnifico che mai fosse stato fatto", torna quindi alla luce, dal 18 agosto prossimo e fino al 24 ottobre.

I visitatori saranno guidati nella visione del pavimento attraverso un percorso che passerà anche vicino all’esagono sotto la cupola, fino alle tarsie lignee di Fra Giovanni da Verona e agli affreschi di Domenico Beccafumi, che ornano l'abside della cattedrale.

Durante questo periodo, il Duomo, che è comunque un luogo di culto (quindi visitare con il dovuto rispetto) è aperto alle visite dalle 10 alle 19:30, ed il biglietto d'ingresso (gratis sotto i 10 anni) sarà portato da 3 a 6 euro; consoliamoci sapendo che tutti i fondi così raccolti sono destinati alla conservazione della Cattedrale, e delle opere che vi sono conservate (è veramente bella, sicuramente da visitare).

Via SienaFree.
Foto | Tango7174

  • shares
  • Mail