Viaggiare in treno con il cane: adesso è possibile su tutti i mezzi Trenitalia, anche Frecciarossa

Finalmente una buona notizia per i viaggiatori che desiderano portare con loro l'amico a quattro zampe. Trenitalia, infatti, ha annunciato che grazie ad un accordo con la Federazione delle associazioni animaliste (presieduta dall'ex ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla, grande appassionata di animali) accetterà i cani a bordo dei treni Frecciarossa. Anche quelli di taglia grande. Ma a quale costo e con quali regole? Vediamole insieme.


  • Gli animali di piccola taglia, i gatti ed i piccoli animali da compagnia, devono essere portati in contenitori di dimensioni non superiori a 70x30x50, sono ammessi gratuitamente nella prima e nella seconda classe di tutte le categorie di treni.

  • I cani di grande taglia devono viaggiare al guinzaglio e museruola, certificato di iscrizione all'anagrafe canina e libretto sanitario, possono accedere sui treni Espresso, Intercity (anche notte) in prima e seconda classe, e sui treni Frecciabianca, Eurostar Italia e Frecciarossa in prima e seconda classe e nei livelli di servizio Business e Standard, pagando il biglietto a loro riservato.

  • Il cane guida per i non vedenti può viaggiare su tutti i treni gratuitamente senza alcun obbligo.


Per accedere alle Frecce e agli Eurostar, quindi, i cani di media e grande taglia (ovvero quelli che non entrano nei trasportini) devono avere il loro biglietto, che deve essere acquistato assieme a quello del padrone/accompagnatore. Il costo sarà equivalente ad un biglietto di seconda classe in quel treno ma ridotto del 50%. I cani potranno viaggiare in spazi dedicati all'interno dei vagoni in cui - riporta il comunicato - "l'animale d'affezione possa stare tranquillo" e ci possa essere un "equilibrio tra i diritti dei passeggeri, anche quelli che non hanno normalmente rapporti con gli animali". Questa nuova strategia di Trenitalia (che serve, a loro dire, per combattere l'abbandono ed offrire maggiori servizi ai clienti, ma sospetto personalmente anche per incrementare un po' in business) avrà un periodo sperimentale fino al 30 settembre, dopo quella data si definiranno le modalità definitive del servizio. Da proprietaria di un bull terrier, spero proprio non sia un servizio che non duri solo per l'estate!

foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail