I Turisti per caso ripartono dalla nostra Africa

Debora di TV Blog segnala la prima serata di una nuova serie di reportage di viaggio della premiata coppia Siusy Bladi e Patrizio Roversi. I due Turisti per caso questa volta sono partiti per l'Africa ed infatti molto banalmente la serie si intitola La nostra Africa, richiamandosi ad uno dei titoli più citati di tutti i tempi, quello del libro di Karen Blixen. A parte questo, il richiamo alla "nostra Africa" potrebbe anche celare un significato molto meno neutro e romantico.

Debora, infatti, commentando il reportage dall'Etiopia di Patrizio Roversi, contesta al reportage una certa tendenziosità e faziosità politica.

[...] mi è parso di vedere un particolare accanimento nel volerla buttare in politica a tutti i costi. E' stato toccato il fondo quando Bunna, di spalle e nascosto da una kefia (il tipico copricapo a scacchi) bianca e rossa, si è finto un etiope ed ha raccontato quali terribili atrocità siano state commesse da Mussolini e dai fascisti ai tempi del colonialismo. Rivelatosi successivamente, ha terminato dicendo che, dato che gli etiopi negavano o tacevano la verità di quel periodo, era giusto che qualcuno la raccontasse. [...]

Io, premettendo di non aver visto la puntata ma stando a quanto raccontato da Debora, non capisco dove stia lo scadimento e la faziosità. Se le cose raccontate a proposito dei crimini fascisti in Etiopia sono vere credo nulla vieti a Roversi o chi per lui di raccontarle. Anzi, anche io credo che noi italiani abbiamo fatto i conti pochissimo su alcune schifezze fatte in giro per il mondo anche dalla nostra gente durante una storia nemmeno troppo lontana (1 e 2 per esempio). Oppure vogliamo continuare a raccontare la storiella delle strade e degli ospedali? Oppure vogliamo restare alle cartoline coi tramonti finti? Che noia!

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: