La mini-guida dei Walt Disney Studios di Parigi

Scritto da: -

Walt Disney Studios

Informazioni generali

I Walt Disney Studios sono il secondo parco di Disneyland Paris. Se alla loro apertura nel 2002 costituivano una sorta di semplice appendice del parco principale, ora si avviano sempre di più a essere autonomi, soprattutto per l’aumento dell’offerta in termini di attrazioni.

Da questo punto di vista, anzi, il nome può un po’ ingannare. Non si visitano gli studi di posa dove si realizzano dei film, ma è in tutto e per tutto un parco tematico, con però un’ispirazione generale, attrazioni e ambientazioni che rimandano al mondo del cinema.

Essendo un parco a sé stante ha teoricamente un suo biglietto separato, ma probabilmente nessuno nella storia è andato solo agli Studios, avendo il Parc Disneyland a poche decine di metri. Inoltre, nella girandola delle offerte e dei soggiorni è impossibile non imbattersi in pacchetti che includano entrambi i parchi, e anche il biglietto ordinario costa solo poco di più se si vogliono aggiungere gli Studios.

Chiaramente è poi possibile passare da un parco all’altro durante la giornata, ma spesso le visite a Disneyland sono piuttosto frenetiche, soprattutto nei periodi affollati, quindi è consigliabile programmare al massimo una o due sortite nel secondo parco, nonostante l’estrema vicinanza. Oppure, dedicargli una giornata intera o una mezza giornata in caso di soggiorni più lunghi.

Da tenere poi presente che gli Studios sono molto più piccoli dell’altro Disneyland, quindi si possono visitare senza strategie particolarmente elaborate, andando da un punto all’altro a seconda delle esigenze.

I tempi di attesa delle singole attrazioni possono però arrivare a essere anche molto lunghi. Esiste anche qui un FastPass, ma solo per tre attrazioni. Consiste in un tagliando gratuito da ritirare in delle casse speciali accanto all’ingresso di queste attrazioni. Nel bigliettino è indicata una fascia oraria di 30 minuti per tornare facendo meno coda.

A volte è possibile riuscire a trovare meno fila a ridosso della chiusura (come in tutti i parchi Disneyland, si ha diritto a mettersi in fila fino all’esatto orario di chiusura del parco), oppure durante lo stunt show Moteurs… Action!, che coinvolge sempre una gran quantità di persone.

A proposito, da considerare bene la durata delle attrazioni nell’economia della giornata, perché a parte quelle che durano un minuto, quelle nei teatri e gli spettacoli possono arrivare anche a durarne 30 o più.

Walt Disney StudiosWalt Disney StudiosWalt Disney StudiosWalt Disney Studios

Come arrivare

L’ingresso, come detto, si trova accanto a quello del Parc Disneyland, quindi qualsiasi indicazione per Disneyland Paris vale anche per gli Studios, a cominciare dalla fermata della RER A (ferrovia regionale) o del TGV (treno): Marne-la-Vallée Chessy - Parcs Disneyland.

Dunque anche le navette dagli aeroporti sono le stesse, così come gli autobus degli hotel o locali che raggiungono il complesso. Da rilevare però che qui non ci sono le ore di apertura in più per chi alloggia negli hotel del parco, anche se il parco a volte apre qualche minuto prima e lascia che le persone si inizino a mettere in coda sulle attrazioni.

Architettura e tematizzazione

L’ispirazione del parco, come accennato, è prettamente cinematografica. Ovunque ci si volti si vedono grandi capannoni, gli Studios appunto, che dominano la scena. Anche l’equivalente della Main Street del parco è sostituita da uno di questi, Studio 1, con un grande negozio e un fast-food al chiuso. Gli altri accolgono alternativamente attrazioni o spettacoli. Altre attrazioni sono invece esterne e autonome.

Rispetto al fratello maggiore Parc Disneyland qui è però tutto leggermente più grezzo e meno curato, a cominciare dal fatto che non si entra in veri e propri “mondi” (ci sono sì delle zone ma solo per formalità cartografica) e le attrazioni sono un po’ più appiccicate tra loro senza alcuna contestualizzazione.

L’unica vera area caratteristica facilmente individuabile è la Toy Story Playland. Aperta un anno fa, contiene tre attrazioni ispirate alla serie di film e una bella tematizzazione piena di giocattoli giganti.

Qui accanto, inoltre, è in costruzione un’attrazione che aprirà nel 2013-2014 basata sul film Ratatuille, al chiuso e con un altissimo contenuto tecnologico (qualcosa di simile esiste già a Tokyo Disneyland, si chiama Pooh’s Hunny Hunt). Avrà anche un ristorante e promette inoltre una buona tematizzazione complessiva.

Walt Disney StudiosWalt Disney StudiosWalt Disney StudiosWalt Disney StudiosWalt Disney StudiosWalt Disney StudiosWalt Disney StudiosWalt Disney Studios

Attrazioni e Spettacoli

Rock ‘n’ Roller Coaster Starring Aerosmith: montagna russa al buio nella quale dopo un conto alla rovescia si viene sparati a grande velocità in un mix di luci e musica ad alto volume. L’ambientazione è quella di un concerto degli Aerosmith, che compaiono in un breve video di pre-show. FastPass disponibile.

Crush’s Coaster: anche conosciuto semplicemente come “Nemo”, si tratta di una montagna russa arricchita da una rotazione dei vagoni su loro stessi, perché siamo su una tartaruga che viene trascinata dalla corrente.

Le persone si siedono a due a due dandosi le spalle, e in pratica il viaggio è sempre diverso. Prima del tratto veloce c’è un percorso più lento con alcune ambientazioni dal film. Purtroppo non ha il FastPass, ha sempre file lunghe ma un giro qui è d’obbligo, eventualmente sfruttando la minor fila alla chiusura, o la prima mattina.

The Twilight Tower of Terror: torre di caduta al buio con vari “rimbalzi”. Stupefacente per l’”hotel” nel quale è ambientata, sia per la sua imponenza dall’esterno che per la cura dei dettagli all’interno. Ci sono anche pre-show notevoli sia prima di salire negli ascensori che una volta seduti. Completano il quadro cast member simpaticissimi che spezzano (o aumentano) la tensione con gag ad hoc. FastPass disponibile.

Les Tapis Volants - Flying Carpets over Agrabah: tipico giro in cerchio su vetture che riproducono dei tappeti persiani. C’è anche un punto foto esterno, una specie di palco rialzato dove può salire chi vuole fare una foto a un amico o a un parente che è sull’attrazione. FastPass disponibile, ma file molto spesso umane.

Cars Race Rally: il principio è quello delle tazze che ruotano, l’ambientazione è ispirata al film d’animazione Cars.

Studio Tram Tour: si va in giro su una specie di trenino trainato da un camion (per la cronaca: un camion, seppur colorato, identificabile come un camion “vero”, una piccola grande caduta di stile per gli standard Disney), per scoprire gli effetti speciali nei film. Quello di punta è davvero notevole, il guaio è che ci si deve sorbire tutto il resto del lentissimo e lunghissimo percorso. Durata: 30 min. ca.

Walt Disney StudiosWalt Disney StudiosWalt Disney StudiosWalt Disney Studios

Cinémagique: un breve ma intenso viaggio attraverso la storia del cinema, realizzato montando in alcune scene celebri un attore che dal pubblico è finito con un pretesto all’interno del film. La costruzione complessiva è eccelsa, e in più c’è anche qualche effetto reale in sala. Durata: 30 min. ca.

Animagique: spettacolo questa volta molto più teatrale e infantile, coinvolge alcuni personaggi Disney con particolari giochi di luci. Durata: 30 min. ca.

Stitch Live: spettacolo interattivo dove il personaggio di Stitch, in video, interagisce in diretta con il pubblico. È realizzato grazie a una tuta speciale indossata da un attore nascosto in un’altra sala, che restituisce il movimento a Stitch. Viene proposto sia in francese che in inglese. Durata: 20 min. ca.

Armageddon: le effets speciaux: viaggio a piedi attraverso un paio di sale che riproducono degli effetti speciali ispirati al film. Non c’è quasi mai fila e si può fare se si ha tempo, tutto il percorso dura 15-20 minuti.

Playhouse Disney Live!: spettacolo di intrattenimento e animazione per i più piccoli, con i personaggi Disney. Dura circa 25 minuti ed è disponibile anche in inglese e spagnolo.

Art of Disney Animation: si tratta di un viaggio nel mondo delle tecniche di animazione, che avviene sia in un teatro, con la proiezione e spiegazione di alcuni video, che in uno spazio espositivo. Durata: 20 min. ca.

Moteurs… Action! Stunt Show Spectacular: con il pretesto di assistere alle prove per la realizzazione di un film, va in scena uno spettacolo di auto e moto di alto livello, con anche alcune sorprese. Sulla guida degli spettacoli si possono trovare gli orari, a volte ci sono due sessioni al giorno. Durata: 40 min. ca.

Disney’s Stars ‘n’ Cars: corrisponde alla parata del parco principale, seppure in tono nettamente inferiore. Avviene una volta al giorno, di solito verso ora di pranzo. Invece dei carri, i personaggi sono a bordo di auto d’epoca leggermente tematizzate.

Toy Story Playland

RC Racer: si è su una gigantesca macchinina radiocomandata che compie mezzi giri su un semicerchio, in avanti e poi all’indietro. L’attrazione offre molto di più di quello che sembra promettere. Notevolissima poi la fila per imbarcarsi, che riproduce il percorso di una pista giocattolo. Da tenere presente che c’è anche una fila per i “single rider”, teoricamente più veloce perché riservata a chi fa l’attrazione da solo.

Toy Story Parachute Drop: attrazione di caduta, all’aperto e molto meno intensa della Tower of Terror. Si sale su e si riscende per 3-4 volte. Anche qui c’è una fila per i single rider.

Slinky Dog Zigzag: il cane a molla di Toy Story, con la gente seduta sopra, che fa un giro circolare un po’ ondulato. La cosa più bella è la scatola del giocattolo all’interno della quale si fa la fila, pienamente apprezzabile dalla cima di Toy Story Parachute Drop se ci si riesce a sedere nel lato giusto.

Ristoranti e Negozi

Nel parco c’è un ristorante sul lato sinistro rispetto all’entrata, vicino a Stitch Live, più due fast-food e diversi punti di ristoro mobili. Essendo però come si diceva il parco piuttosto piccolo, diventa anche abbastanza agevole uscire e andare eventualmente in uno dei ristoranti del Village, l’area di shopping e ristorazione che si trova tra la zona dei parchi e quela degli hotel.

I negozi ricalcano quelli dell’altro parco, nel senso che vendono pressappoco gli stessi gadget, con qualche piccola variante per gli unici due collegati ad attrazioni (Rock ‘n’ Roller Coaster, Hollywood Tower e Toy Story Playland).

Galleria immagini Walt Disney Studios

Vota l'articolo:
3.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Travelblog.it fa parte del Canale Blogo Lifestyle ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.