Turismo dentale. Sconsigliato dall'Associazione dentisti italiani

Ricordo che all'esame di Economia internazionale il professore spiegava come il costo dei servizi fosse poco influenzato dalla concorrenza internazionale. In pratica significava che mentre chi produce scarpe deve competere coi cinesi, il barbiere sotto casa non avrà mai problemi con i gialli.

Il barbiere no, ma i dentisti sì. Come del resto già chirurghi plastici, maghi della tricologia, ecc. Dato l'elevato valore aggiunto del servizio odontoiatrico e il diffondersi del fenomeno dei viaggi low cost, viene a crearsi una situazione per cui una cura dentale da un buon professionista ungherese + volo potrebbe costare meno che farsi curare in Italia. Anzi costa meno di sicuro visto il recente fiorire di siti di cosiddetto... Turismo odontoiatrico... e già! Si chiama proprio così. Eccone alcuni:

www.dentaltravels.com, www.dental-tourism-hungary.com, www.silomdental.com

  • shares
  • Mail
36 commenti Aggiorna
Ordina: