Pechino Express 2018 itinerario: tappe in Marocco, cosa vedere a Midelt, Merzoga e Skoura

Pechino Express 2018 prosegue la sua avventura in Marocco e i concorrenti raggiungeranno Midelt, Merzoga e Skoura.

Siamo già alla seconda tappa di Pechino Express 2018. Le coppie di viaggiatore, che quest’anno affronteranno una splendida avventura in Africa, si trovano ancora in Marocco. Per seguire il viaggio dovete sintonizzarvi questa sera a partire dalle ore 21.20 su Rai Due o seguire la diretta dai nostri amici di Tvblog.

La seconda tappa di Pechino Express 2018 ci permetterà di scoprire altre tre fantastiche località, Midelt, Merzoga e Skoura. Il percorso sono quasi 500 chilometri. Conosciamo meglio queste zone e chissà che non sia l’occasione per vistare il Marocco.

Cosa vedere a Midelt

La strada che va da Fes a Midelt in alcuni punti raggiunge i 2mila metri. In questo percorso potrai visitare il sito archelogico romani, Volubilis, uno dei più importanti del Paese. Si trova a circa 70 kilometri da Fes. A 30 km di distanza, si trova un’altra città imperiale, Meknes, poi s’incontrano Moulay Idriss e Ifrane: il primo è un pittoresco villaggio dove il bianco la fa da padrona, Ifrane invece è un piccolo paese un po’ atipico rispetto agli standard marocchini perché decisamente più pacato e meno congestionato; Infine, si raggiunge Midelt. È una città mineraria e militare e oggi trae le sue principali ricchezze dalla coltivazione delle mele e dal turismo, con il passaggio degli autobus diretti verso il deserto. Sicuramente la cosa più suggestiva di Midelt è la posizione e da qui si consiglia un’escursione sul massiccio dell'Alto Atlante.

Cosa vedere a Merzouga

Per raggiungere Merzouga si lasciano i 2mila metri della montagna per scendere a 200 metri sopra il livello del mare dominati da sabbia e dune. Merzouga, un piccolo villaggio, è conosciuta come la porta del deserto. In passato è stata una delle principali oasi dove le carovane si fermavano per trovare ristoro e raccogliere provviste prima di affrontare il tratto più duro dell’attraversamento del deserto. Qual è la principale attrazione? Sicuramente le spettacolari dune di Erg Chebbi ed Erg Chigaga, che si trovano sulla linea di demarcazione tra il deserto sabbioso e il deserto di sassi. Inoltre, tra le dune, è possibile avvistare volpi del deserto, gerbilli, ricci del deserto, numerosi rettili e serpenti ma soprattutto i magnifici rapaci del Sahara, come falconi gheppi e grifoni.

Cosa vedere a Skoura

L’ultima tappa di questa puntata si chiude a Skoura, un’oasi che si trova nella valle delle mille Kasbah ovvero la valle del Dadès, a pochi chilometri a sud delle montagne dell’Alto Atlante e a 35 chilometri dalla città di Ouarzazate. È nota per essere ricca di Kasbah, ovvero villaggi di sabbia: la più imponente, tra le tante interessanti, è Amerhidl, risalente al 1600, mentre quella di Ait Abou risale al 1800, è di 6 piani ed è circondata da alberi di melograno, fichi, ulivi e meli.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail