Galapagos, dal primo novembre obbligatoria per i turisti l’assicurazione sanitaria

Dal primo novembre obbligatoria per i turisti l’assicurazione sanitaria e la permanenza alle Galapagos non potrà superare i 60 giorni.

Galapagos sea lions (Zalophus wollebaeki) are sunbathing in the last sunlight at the beach of Espanola island, Galapagos Islands in the Pacific Ocean. This species of sea lion is endemic at the Galapagos islands; In the background one of the typical tourist yachts is visible. Wildlife shot.

Le Isole Galapagos sono una delle destinazioni più apprezzate al mondo dagli amanti della natura incontaminata. Se stai pensando di organizzare un viaggio, sappi che dal primo novembre 2018 i turisti stranieri dovranno munirsi di una assicurazione medica privata. Lo stabilisce il nuovo Regolamento per le migrazioni e la residenza emanato dal governo dell'Ecuador da cui "l'arcipelago incantato" dipende.

A riportare la notizia è il quotidiano El Comercio di Quito che fa sapere che, oltre all'assicurazione sanitaria, i visitatori dovranno disporre di una prenotazione già realizzata e confermata presso una delle strutture turistiche autorizzate, oppure una lettera di invito di un residente. E comunque, stabilisce il Regolamento, la permanenza non potrà superare i 60 giorni.

Non è tutto, perché l'assicurazione medica dovrà essere acquistata presso una delle compagnie che contino con l'approvazione delle autorità ecuadoriane, e di cui la lista sarà pubblicata nel portale web della Segreteria tecnica delle professioni dell'Ecuador. Quindi prima di organizzare il viaggio, informati con attenzione perché queste nuove regole potrebbero compromettere la tua partenza. Come mai tanta rigidità?

L’obiettivo è tutelare l’ecosistema del Parco nazionale delle Galapagos, visitato nel 2017 da 242.000 turisti. È un luogo di rara bellezza e deve essere protetto dal turismo.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 12 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail