"Due biciclette intorno al mondo", diario di viaggio di due ciclisti

Una guida, un romanzo, un diario di bordo. Un libro da leggere per chi ama muoversi in bicicletta e ha nel cassetto il sogno di girare il mondo in sella alle sue due ruote ecologiche. Perché in questo libro si racconta di come questo sogno possa facilmente trasformarsi in realtà, se si ha volontà e un po’ di tempo libero a disposizione.

Si intitola “Due biciclette intorno al mondo. Da Torino a Torino 1956 – 1958”, edito da Ediciclo e scritto dai protagonisti, Valentino Rolando e Adriano Sada. Amici dall'infanzia, furono cronisti nello stesso giornale sportivo. Sono gli anni Cinquanta e i due, appena trentenni e con un lavoro appena iniziato, hanno entrambi nel cuore un sogno inconfessato, quello di partire in bicicletta per un giro intorno al mondo.

due-biciclette-intorno-al-mondo-cop-01.jpg

Senza pianificare nulla, una mattina i due decidono di comune accordo di prendersi una settimana di ferie e partono da Torino, senza avvisare nessuno. Poi, dopo otto giorni di viaggio, giunti a Trieste spediscono lettere ad amici e parenti “Non torniamo, siamo partiti per un giro del mondo in bicicletta”.

Il loro viaggio, considerato il periodo e le condizioni geopolitiche di alcuni Paesi, è una vera avventura, un’impresa che li consacrerà nel tempo come i primi pionieri in bicicletta italiani: quasi 28 mila chilometri attraversando l’est Europa, la Turchia, l’Iran, l’Iraq, l’Indonesia, il Giappone, l’America, il Canada, per un totale di 300 tappe. Un tragitto fatto di incontri, cadute, aggressioni, notti in cella, lavori occasionali e ospitalità generosa. I due amici rientreranno a Torino nell’inverno del 1958, in tempo per festeggiare il Natale.

“Da Torino a Torino” è il diario di un viaggio coinvolgente che offre uno spaccato di un mondo che non c’è più.

12144784_1168639746497210_3235917971350215567_n.jpg

Credits | Facebook

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 8 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO