Il Tour in Norvegia sul set del film “The Snowman”: la Olso dei misteri, la città di Bergen e la provincia di Rjukan.

Donne che spariscono misteriosamente, pupazzi di neve che celano segreti agghiaccianti. Un detective e la sua assistente a caccia di un serial killer “che uccide quando scende la prima neve”. Sono gli ingredienti del nuovo, avvincente thriller “The Snowman” – che in Italia uscirà il prossimo 12 ottobre con Universal Pictures con il titolo “L’uomo di neve” - ultimo film del regista Tomas Alfredson. Basato sull’omonimo romanzo di Jo Nesbø, vede protagonista un cast eccezionale: Michael Fassbender, Rebecca Ferguson, Charlotte Gainsbourg e J. K. Simmons.

La neve e i suoi paesaggi algidi sono infatti i veri protagonisti di questo film girato in Norvegia, il cui clima rigido per diversi mesi dell’anno ha permesso di girare molte scene della pellicola rapidamente. Il film è ambientato principalmente in tre aree: Oslo, capitale della Norvegia, Bergen, città costiera della contea di Hordaland e il villaggio di Rjukan, nella contea di Telemark. In particolare, nelle scene girate si possono riconoscere alcune location come l'area sciistica Holmenkollen di Oslo, il Ristorante Schröder a St Hanshaugen, cafè preferito del detective Hole e l'Aeroporto Notodden di Telemark.

Oslo è in realtà tutt’altro che gelida: la caratteristica principale della capitale norvegese sono invece i parchi, i boschi e le foreste, al punto da essere considerata una delle città più verdi d’Europa. Una delle scene che vede protagonista Harry Hole è stata girata nell’area del Barcode a Bjørvika, composta da 12 grattacieli di diverse altezze e larghezze. Tra gli edifici ci sono spazzi vuoti in modo da far sembrare il tutto un immenso codice a barre. A parte la forma complessiva, gli edifici sono molto diversi, con molti piacevoli particolari architettonici e stranezze.

Gli edifici alti sono situati vicino al fjordo di Oslo, e hanno ridefinito radicalmente l'orizzonte di una città che era tipicamente caratterizzata da edifici bassi. Il Barcode è oggigiorno considerato simbolo della nuova Oslo. Merita una visita – anche perché non lo troverete altrove – anche il Vikingskipshuset, il Museo delle Navi Vichinghe: qui sono custodite le storiche ed imponenti imbarcazioni di questo popolo antico, rimaste praticamente intatte perché interrate più di mille anni fa come gigantesche bare. Soffermatevi ad ammirare la Oseberg, che è la nave più grande e riccamente decorata, con draghi e serpenti da poppa a prua.

Molto affascinante da visitare è anche l’Oslofjord, il fiordo di Oslo, uno dei tanti della Norvegia, simbolo dei paesi scandinavi e caratterizzato dalla sua natura incontaminata. Visto che parliamo di fiordi, quando arrivate a Bergen non dimenticate di visitare il Sognefjord che è il più lungo di tutta la Norvegia ed il secondo più lungo al mondo. Le sue montagne e le sue cascate d’acqua purissima vi faranno rimpiangere una vita immersi nella natura selvaggia. Dopo Oslo, Bergen è la seconda città più grande della Norvegia e riserva alcune zone la cui bellezza è stata riconosciuta Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, come il vecchio quartiere di Bryggen e i resti delle banchine, segno di una fiorente città commerciale, allora come oggi. Sebbene sia una grande città, la vita a Bergen rispecchia più quella di un borgo che di una metropoli ed è una città dinamica, giovane - il 10% della popolazione è composta da studenti – ricca di arte e cultura.

Chi ha invece le dimensioni di un piccolo borgo è Rjukan: con i suoi 3.500 abitanti, questo villaggio che dista a meno di 80 chilometri dalla capitale è noto in tutto il mondo per il progetto di specchi solari che illuminano la vallata 365 giorni l’anno. Circondata da montagne, infatti, Rjukan ha sofferto per secoli la mancanza del già poco sole che scalda la Norvegia in inverno. Così nel 2013 è arrivato a riscaldare il cuore di questi abitanti Solspeil, un progetto ingegneristico che consiste in tre enormi specchi installati sulla montagna che domina la cittadina e che riflette la luce solare nelle strade nei 6 mesi più bui dell’anno.

Per scoprire di più sul film:
https://www.facebook.com/LUomoDiNeveFilm
#LuomoDiNeve

Iniziativa realizzata in collaborazione con Universal Pictures Italia

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 51 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO