Valigie, le più strane e utili al mondo da portare in viaggio

Per chi viaggia molto, la valigia diventa la propria migliore amica, preziosa custodia che trasporta al suo interno i nostri oggetti più cari.

Amiamo il nostro bagaglio al punto da preoccuparci per lui durante il viaggio, pensandolo sballottolato a destra e a manca e terrorizzati nel vedercelo arrivare sul nastro trasportatore tutto ammaccato.

Per risolvere il problema e per non preoccuparci più di botte e ammaccature, il rimedio migliore è acquistare un bagaglio già ammaccato. Crash Baggage è una linea di borse e valigie nata qualche anno fa che si basa sulla filosofia dell’ “Handle without care” perciò le borse nascono già ammaccate, sì, ma prodotte con materiali resistenti, in modo che le uniche ammaccature che troverete a fine viaggio saranno solo estetiche.  In questo modo, ci si concentra solo sul viaggio ed ogni ammaccatura in più sarà un’esperienza da portare con sé.

C’è poi la valigia che si lava da sola, lavando anche i contenuti al suo interno: si chiama Paqsule e funziona semplicemente schiacciando un bottone, che espellerà un sanificatore ad ossigeno e raggi UV-C che uccide i batteri, cancella i cattivi odori, sterilizza e profuma il contenuto della borsa.

Raden è invece una valigia intelligente, dotata di un sofisticato sistema di sensori elettronici che comunicano direttamente con lo smartphone tramite app e che permette di sapere peso e dimensioni esatte del bagaglio e di tracciarne il percorso del suo viaggio. Non solo, la valigia intelligente è dotata anche di porte Usb e microUsb a cui è possibile collegare il proprio smartphone per ricaricarlo.

Infine c’è Modobag che è a metà tra un bagaglio e un mezzo di trasporto: dotata di manubrio e motore, può spostarsi in autonomia per circa 12 km orari. In questo modo potrete farvi seguire dalla vostra valigia e averele mani libere.

Credits | Youtube

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 18 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO