Ryanair, rotte cancellate in Italia fino a marzo 2018

aereo ryanair

Disagi e polemiche. Non c’è pace per i viaggiatori Ryanair, la compagnia low cost che nelle ultime settimane ha cancellato oltre 2mila voli nei mesi di settembre ed ottobre e che oggi comunica un ulteriore taglio delle tratte fino a marzo 2018.

Il motivo? Una combinazione fatale tra errore di calcolo di personale di volo da mandare in pensione e fuga dello stesso per via di turni di lavoro sempre più improponibili, che ha fatto sì che il vettore irlandese si è trovato con un numero di piloti numericamente insufficiente per coprire tutte le rotte.

Così la soluzione drastica, che vedrà un ulteriore taglio di 34 tratte fra novembre 2017 e marzo 2018, a danno di circa 400mila clienti che si vanno a sommare ai 310 mila della prima ondata.

A pagarne il conto anche numerose rotte da e per l’Italia: ben 11, principalmente da e verso la Sicilia. Come si legge sul sito di Ryanair, tra le rotte eliminate ci sarà Bucarest–Palermo, Amburgo-Venezia, Sofia-Pisa, Sofia-Venezia, Trapani-Baden Baden, Trapani-Francoforte, Trapani-Genova, Trapani-Cracovia, Trapani-Parma, Trapani-Roma, Trapani-Trieste.

Sempre sul sito, nella nota che comunica il taglio delle rotte, Ryanair si è giustificata spiegando che i tagli serviranno a «evitare altre cancellazioni» e a smaltire le ferie in arretrato del proprio personale.

ryanair

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 42 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO