Uber, a Londra non viene rinnovata la licenza per motivi di sicurezza

Se siete a Londra e necessitate di un passaggio, dimenticatevi di Uber. Le autorità di trasporto della capitale britannica hanno infatti annunciato che non rinnoveranno la licenza a operare a Uber, a causa di timori sulla sicurezza. Transport for London (Tfl) ha spiegato in particolare che la condotta di Uber, che nella capitale britannica ha 40 mila autisti e circa 3,5 milioni di clienti, sta provocando molti timori.

La compagnia ha annunciato che farà ricorso contro tale decisione. L'attuale licenza scadrà il 30 settembre, ma Uber ha 21 giorni per presentare appello e continuare ad operare fino alla conclusione del procedimento.

Tfl ha spiegato che uno dei fattori che hanno portato a tale decisione riguarda l'approccio della compagnia alle denunce di reati e la difficoltà ad ottenere un controllo sui precedenti penali degli autisti. "Intendiamo fare appello subito per difendere il lavoro di tutti questi driver e il diritto di scelta di milioni di londinesi che utilizzano la nostra app", ha spiegato Tom Elvidge, general manager di Uber a Londra.

Uber è un'azienda nata a San Francisco nel 2009 che fornisce un servizio di trasporto automobilistico privato attraverso un'applicazione mobile che mette in collegamento diretto passeggeri e autisti.

LONDON, ENGLAND - FEBRUARY 10: Black Cab drivers block Whitehall as they take part in a protest against Uber on February 10, 2016 in London, England. Drivers are claiming that Uber is not subjected to the same stringent regulation requirements as they are and that deregulation of the trade has compromised passenger safety. (Photo by Carl Court/Getty Images)

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 6 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO