Spagna, le isole Cies contro il turismo di massa

cies_desde_vigo.png

Le chiamano i Caraibi della Galizia. Sono le Isole Cíes, arcipelago composto da  tre isole situate nell'Oceano Atlantico poco al largo delle coste galiziane, precisamente a breve distanza da Vigo e dall'omonima ria.

Monteagudo, Illa do Faro e San Martiño sono i nomi delle tre isole, tutte facente parti del Parco Nazionale delle Isole Atlantiche della Galizia e quindi area protetta. Per questo motivo, per tutelarsi dal turismo di massa che ha riempito le isole nei  mesi precedenti, si sono adottate misure per tutelare l’integrità del territorio, a discapito di numerosi turisti in protesta.

Tra queste, la decisione del presidente del parco di opporsi, regolamento alla mano, e di limitare il numero di passeggeri a bordo dei traghetti, che ogni giorno caricano migliaia di passeggeri e che ignorano per business il limite di 2.200 visitatori al giorno, imposto per la tutela di un'enclave di grande interesse paesaggistico. Ad esempio: le prime due isole sono collegate dalla spiaggia di Roda, dichiarata dal The Guardian come la più bella del mondo, la cui visita è consentita solo su prenotazione, così come l'approdo di barche e natanti sottoposto a numero programmato.

Una scelta che viene completamente ignorata dalle compagnie di ferry che collegano l'arcipelago da Vigo, Baiona e Cangas, motivo per cui nelle settimane precedenti a ferragosto tre ferry carichi di bagnanti sono stati rimandati indietro dalle forze di polizia, suscitando la protesta dei turisti rimasti a terra, che hanno denunciato le compagnie marittime per la vendita fraudolenta dei biglietti. Ma il presidente del Parco Nazionale è d’accordo con la decisione, convinto che sia una scelta “di buon senso”, per non distruggere questo meraviglioso habitat protetto.

acantilado-003_-_islas_cies.jpg

Credits | Wikipedia

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 13 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO