Guida alle Capitali europee: Lubiana, Slovenia

Monument of Slovenia's national hero France Presern is seen in center of the capital of Ljubljana 02 January 2003. Slovenia, a former Yugoslav republic that declared independence in 1991, will join the European Union 01 May 2004 together with another nine central European countries, most of them formerly Communist. AFP PHOTO STRINGER (Photo credit should read STRINGER/AFP/Getty Images)

Un mix di cultura tedesca e austriaca, ma 100% Slovenia: stiamo parlando di Lubiana, capitale della Slovenia, piccolo centro culturale e cuore di questo Stato.
Lubiana sorge sulle rive del fiume Ljubljanica ed è divisa in 17 distretti e 37 frazioni; molto influenzata dagli Stati vicini, come si nota soprattutto nello stile degli edifici, con le case dal tetto a punta tipiche dell’Austria.

Lubiana: Come arrivare


zelezniskapostaja-ljubljana.jpg

Lubiana è poco distante dall’Italia, perciò in molti preferiscono raggiungerla in auto o in treno – soprattutto da Trieste -  scavalcando le Alpi. La città è però dotata anche di un aeroporto – aeroporto di Brnik – servito da numerose compagnie low cost.

Lubiana: Cosa vedere


La parte più bella e caratteristica di Lubiana è sicuramente il centro storico, molto curato, con la sua bellissima piazza, Piazza Civica. Qui si trovano i principali edifici pubblici, mentre guardando in alto si può ammirare – adagiato sulla collina Grajska Planota-  il castello di Lubiana.
Il centro storico è ricco di monumenti e caffè pittoreschi, musei e gallerie d’arte, e ogni angolo del centro porta con sé la sua storia, riconoscibile tramite l’architettura: medioevale, barocca o liberty.

Lo stile predominante è però quello di Jože Plečnik, architetto ed urbanista a cui alla fine della Prima Guerra Mondiale venne chiesto di ridisegnare la città adattandola secondo i suoi gusti. Un esempio del suo stile è la Biblioteca di Lubiana, meglio nota come NUK.

Se amate vivere come i veri abitanti della città, allora fate un salto al Mercato Centrale di Lubiana, principale punto vendita della città ma anche popolare luogo di ritrovo e socializzazione, anch’esso disegnato da Jože Plecnik. Qui troverete tutto per la vostra spesa e anche qualche prodotto tipico da mettere in valigia come souvenir.

Imperdibile è anche il Parco Tivoli, uno dei parchi più grandi di Lubiana che sorge ai piedi della collina Roznik, oppure i caratteristici ponti della città, tra cui il Ponte Triplo – per la sua forma – o il Ponte dei Draghi, simbolo della città.

Fireworks explode around Ljubljana Castle during New Year's celebrations just after midnight in Ljubljana, Slovenia on January 1, 2016. AFP PHOTO/ JURE MAKOVEC / AFP / Jure Makovec (Photo credit should read JURE MAKOVEC/AFP/Getty Images)

Lubiana: Cosa mangiare


Passeggiando per Lubiana, fermatevi in una delle tante gostilna, le trattorie tipiche della città, e ordinate uno dei tanti piatti della cucina tradizionale slovena: la zuppa con fagioli e crauti (jota), i raviolini di Idrija ripieni di patate e pancetta, conditi con il sugo di carne di montone o coniglio, oppure qualche piatto della cucina austriaca, che ha molto contaminato quella slovena. E per dessert, assaggiate la Prekmurska gibanica: pasta sfoglia a strati condita da una farcitura a base di noci, semi di papavero, uvetta, miele, ricotta e panna.

ljubljana_preseren_square.jpg

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 7 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO