Dove andare in Giappone: Nagoro, il villaggio abitato dalle bambole

Non c’è niente da fare, tutto ciò che è bizzarro, insolito, pittoresco, solitamente viene dal Giappone. Come questo villaggio, interamente popolato da bambole di pezza.

Si chiama Nagoro e si trova tra le valli di Shikoku, la più piccola delle quattro isole maggiori del Giappone. Qui il calo delle nascite e la forte migrazione verso le grandi città ha interamente spopolato il piccolo villaggio, trasformandolo in un luogo senza vita, animato da una cinquantina di persone, principalmente anziane.

Qualche anno fa però - nel 2003 -  è tornato a vivere un antico abitante, Ayano Tsukimi; alla vista del suo paese natìo così spoglio e abbandonato ha pensato di ripopolarlo a modo suo, con delle bambole di dimensioni e fattezze umane, sparse un po’ ovunque.

Passeggiando per Nagoro ancora oggi si trovano bambole in tutti i luoghi in cui non ci  vive più nessuno: nelle case, sedute in giardino, alla fermata del pullman. Si trova anche la bambola del papà di Tsukimi, posta nell'orto di casa sua ed ha la funzione di spaventapasseri.  Si trovano praticamente ovunque, persino a scuola, intente ad apprendere una lezione del loro maestro.

In totale a Nagoro ci sono circa 350 bambole, di ogni età e professione: casalinghe, insegnanti, pescatori e contadini, donne in cucina e famiglie riunite per il rituale del tè. Da allora Nagoro è sempre piena di turisti e curiosi, di giornalisti e videomaker che vengono a riprendere questo curioso villaggio animato.

 

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 27 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO