Barcellona Tour: on the road tra eclettismo, modernismo e luoghi iconici

A bordo della Nuova SEAT Ibiza in un inedito tour tra tradizione e nueva Barcelona

Colorata, dinamica, giovane e al tempo stesso antica, patria del Modernismo architettonico, amata dai giovani, meta preferita degli artisti, Barcellona è un concentrato di luoghi emblematici, in continua evoluzione, contemporanea, eclettica e indiscutibilmente unica.

Il nostro Tour, a bordo della Nuova SEAT Ibiza, parte da Port Vell, passando sotto la Torre del Rellotge, vicina alla Funivia del Porto di Barcellona, che permette di godere di una splendida vista sulla città. Suddiviso in diverse aree il lungomare è ricco di luoghi affascinanti come il Pesce Dorato di Frank Gehry, progettato in occasione delle Olimpiadi del 1992, o il W Barcelona, elemento architettonico ormai iconico dello skyline della città.

Guidando nel traffico cittadino, seduti sulla scattante e dinamica Nuova SEAT Ibiza, ci siamo diretti verso la Rambla di Catalunya, quotidianamente affollata di turisti, ricca di negozi, di ogni genere, dall'abbigliamento alle gioiellerie, gelaterie, calzaturifici, fiorai e souvenirs, ma anche di interessanti edifici come il Teatro del Liceo, il più importante teatro della Catalogna e uno dei più famosi del mondo. E’ una vera istituzione culturale a cui i barcellonesi sono molto legati, è il luogo sacro della musica dove sono state rappresentate le opere liriche più importanti.

Sempre sulla Rambla si trova uno dei luoghi più emblematici della città il Mercato della Boqueria, il più visitato non solo dagli stranieri, ma anche dai cittadini di Barcellona: un concentrato di colori, suoni, e tantissimo cibo, dalla carne al pesce, verdure, salumi e tantissima frutta. Una gioia per gli occhi e il luogo ideale per lo shopping legato al food. Qui vi consigliamo un “pit stop” per gustare i piatti dello storico Pinoxto o da El Quim de la Boqueria oppure potete mangiare gli invitanti piatti cucinati tra i banchi del mercato.

Altra tappa obbligata è Placa Reial con tanti bar e ristoranti situati sotto le grandi arcate, padrona della piazza la grande fontana monumentale delle Tre Grazie, dove molto spesso si vedono turisti seduti a godersi la vista sulla piazza o per riposarsi all'ombra delle palme: è come un’oasi magica decorata dalle splendide lampade create da Gaudì. Non vi sfuggirà poi la Casa Bruno Cuadros, conosciuta anche come Casa degli ombrelli, costruita in uno stile eclettico, progettata dall'architetto Josep Vilaseca i Casanovas, è unica per la sua facciata arricchita di splendidi ombrelli, ventagli giapponesi e con un drago cinese in ferro battuto.

Dopo questo tour ci siamo diretti verso il simbolo incontrastato della "nueva Barcelona". La luminosissima Torre Agbar. Il grande cetriolo, rigorosamente blaugrana, di Jean Nouvel. Sede dell'azienda municipale per la fornitura dell'acqua, in cui purtroppo non è possibile accedere all'ultimo piano. E ancora la Torre Telefónica di Calatrava e il sinuoso grattacielo rosso di Toyo Ito sulla Gran Via des Corts Catalanes.

Il posto che comunque più colpisce per il suo stile lunare e avveniristico è senz'altro El Fòrum. Siamo piuttosto distanti dal centro. Un'enorme area industriale dismessa è divenuta un polo di attrazione soprattutto perché lì si svolge il Primavera Sound, evento sponsorizzato proprio da SEAT, e ovviamente molto amata anche dagli skateboarders. A fare da padrone della scena è il grande "ufo" triangolare, l'Edifici Fòrum, opera di Herzog e de Meuron, sospeso come per magia a pochi metri da terra. Una vera creatura aliena, ricca di affascinanti effetti luce specchianti interni ed esterni che permettono giochi prospettici con ogni elemento limitrofo.

Proprio accanto al triangolone scuro, spicca da poco, un alto e tagliente grattacielo bianchissimo, la nuova sede della Telefónica di Barcellona. L'incontro scontro tra scuro orizzontale e verticale chiaro è un gioco geometrico che stuzzica ogni punto d'osservazione. Il nostro tour prosegue infine verso il gigantesco pannello fotovoltaico sul mare, modello e simbolo ecologico della nuova Barcellona. All'ombra del grande girasole energetico, si può proseguire attraverso un ponte pedonale verso il nuovo Port Fòrum, piccolo porticciolo che ospita yacht di gran lusso. Ancora oltre nasce la Zona de Banys, una tranquilla area balneare, poco frequentata perfino dagli stessi barcellonesi.

L’ultima breve tappa del nostro tour “a quattro ruote” a bordo di Nuova SEAT Ibiza ci ha visto partire alla ricerca di alcune delle incredibili creazioni di Gaudì con le sue architetture ispirate alla natura, e nel distretto dell'Eixample, dove si possono trovare alcune delle vie e delle piazze più conosciute di Barcellona, ci siamo fermati ad ammirare e contemplare la splendida Sagrada Família.

Iniziativa in collaborazione con SEAT

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO