Castelluccio di Norcia, torna la fioritura dopo il terremoto

Un terremoto può interrompere alcune attività, può far calare il turismo, ma non può arrestare altri fenomeni naturali, per fortuna in questo caso.

Perché per fortuna? Perché nonostante il sisma del 30 ottobre dello scorso anno, la splendida fioritura a Castelluccio di Norcia, un evento naturale che avviene ogni anno e che attira migliaia di visitatori, sta avendo luogo.

E’ il giallo il primo colore che sta venendo fuori, dopo la semina della lenticchia; la fioritura ci sarà per tutto il mese di giugno fino alla metà di luglio – quando inizierà la trebbiatura - e regalerà ai suoi ammiratori un tappeto di colori e profumi mai visto altrove.

Entro luglio, inoltre, è previstala riapertura della strada di Forca di Presta, prima via di comunicazione e trasporto verso la frazione umbra. Una speranza per il rilancio turistico di Castelluccio, che dal sisma non ha una via di accesso che sia praticabile.

L’altopiano di Castelluccio di Norcia si trova a 1300 metri di altezza sull'Appennino umbro-marchigiano e ogni anno è meta di pellegrinaggio di migliaia di persone da tutto il mondo che vengono per ammirare la fioritura, diversa settimana per settimana: a luglio lo spettacolo si colora con le punte di rosso dei papaveri. Castelluccio è una piccola frazione di Norcia, in provincia di Perugia; in seguito al terremoto il paese è stato quasi completamente raso al suolo.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 127 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO