Venezia, stop a nuovi alberghi e B&b per regolare il flusso turistico

A picture taken on July 10, 2013 show one of the main waterways in Venice. AFP PHOTO / GIUSEPPE CACACE (Photo credit should read GIUSEPPE CACACE/AFP/Getty Images)

Prima c'è stata l'idea dell'accesso regolamentato, a numero chiuso, con il conta-persone per regolare il numero dei turisti. Adesso a Venezia si pensa di vietare l'apertura di nuovi alberghi e bed & breakfast per evitare nuovi ingressi.

Dopo i tornelli, arrivano quindi gli stop a nuove strutture ricettive, per evitare l’ “invasione” dei turisti, sempre più numerosi nella splendida città della Laguna.

E’ della scorsa settimana la notizia che la Giunta Brugnaro ha votato una variante al Piano degli interventi per la Città antica  che blocca la trasformazioni di immobili in nuovi alberghi, hotel, B&B ed altre strutture ricettive, oltre che all’ampliamento di quelle già esistenti, specie nel centro storico di Venezia

Una decisione necessaria per evitare l’affluenza turistica in una città che non è in grado di sostenerla: nel solo centro storico ci sono infatti - tra strutture ricettive alberghiere, complementari, extralberghiere e turistiche - quasi 48 mila posti letto per circa 25.400 camere.
Nel piano sono state escluse le locazioni turistiche, per le quali verrà studiato un provvedimento ad hoc, e le isole, compresi Tronchetto e Giudecca, dove le politiche comunali sono diverse.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 14 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO