In Toscana a piedi: gli itinerari della Valle del Serchio

Se vi piacciono le passeggiate nelle aree incontaminate, in Toscana c’è una zona che ancora mantiene le proprie origini, offrendo al visitatore un paesaggio naturalistico autentico.

È la Valle del Serchio, in provincia di Lucca, che ospita Il Ciocco (polo turistico alberghiero immerso in 600 ettari di parco naturale) molto apprezzato nel periodo estivo; questa zona prende il nome dal fiume Serchio che l'attraversa per tutta la sua lunghezza e con i suoi mille torrenti crea profonde gole e fenomeni carsici, è ricca di piccoli borghi di grande storia e fascino e offre ai suoi visitatori quel raro mix di cultura, natura, arte, storia, gastronomia e avventura che la rende una destinazione ideale per un weekend o una vacanza da vivere in coppia, in famiglia o tra amici.

La Valle del Serchio presenta diversi itinerari da fare a piedi, attraverso delle passeggiate panoramiche “su misura” per le diverse età e curiosità. I percorsi sono principalmente tre:


  • Dalla Tenuta del Ciocco alle Meraviglie della Valle del Serchio (durata 1h e 30'): Un percorso attraverso antiche case coloniche e borghi con saliscendi tra boschi e ruscelli, castagni e metati, ovvero strutture adibite all'essiccazione delle castagne, paesi e villaggi immersi nel verde. Partendo dalla Tenuta del Ciocco si sale verso Albiano (frazione di Barga) antico borgo sede di un castello vescovile del XII secolo del quale si conservano i resti delle mura, importante punto di controllo della via Francigena che da qui si inoltrava nella Valle. Camminando lungo gli antichi muri che proteggevano la città sino alla cima della collina dalla quale si vedono chiese e campanili, si raggiungono alcuni dei più bei pascoli di quest’area con i loro greggi di pecore. Superando delle storiche aziende agricole si scende verso l’antica via comunale per poi tornare al Ciocco.




  • Sulle tracce del Moro del Sillico (durata 3h): Si parte da Sillico, antico borgo di origine medievale che si trova sul versante appenninico della Garfagnana a circa 700 metri sul mare, si visita l’antico paese con le sue importanti architetture storiche e proseguendo sui “sentieri del Moro” si attraversano borghi, aree coltivate, viti e ulivi, aree di pascolo delle pecore garfagnine e boschi di castagni, per arrivare ai villaggi vicini.

  • Alla scoperta della Rocca di Ceserana (durata 3h): Partendo da Ceserana, frazione del comune di Fosciandora, attraverso una mulattiera si sale verso la Rocca, antica fortificazione medievale del XIII secolo situata sulla riva sinistra del fiume Serchio, realizzata con muri verticali di pietra di fiume e caratterizzata da un camminamento di ronda e delle fessure di avvistamento. Dalla Rocca si prosegue in una passeggiata attraverso castagneti sino ad arrivare ad un metato dove si può assistere al processo di essiccazione delle castagne con la successiva produzione della relativa farina.


 

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO